Quali sono i trucchi ed i consigli utili per un fritto perfetto, buono e leggero

Con l’aiuto degli Esperti di Redazione oggi cercheremo di fornire una guida completa su quali sono i trucchi ed i consigli utili per un fritto perfetto, buono e leggero. Perché se è vero che “fritta è buona anche una ciabatta” è altrettanto vero che alcune volte ci si senta appesantiti dopo aver mangiato del cibo fritto. È anche importante considerare che con l’aiuto di questi suggerimenti friggere diventerà molto più facile e veloce anche per il cuoco.

Vediamo dunque quali sono i trucchi ed i consigli utili per un fritto perfetto, buono e leggero

La padella

Il primo riguarda lo scegliere la padella più adatta: quella migliore deve avere i bordi alti. I materiali maggiormente adeguati sono la ghisa, il ferro, l’acciaio e l’alluminio in quanto evitano che l’olio si surriscaldi eccessivamente.

L’olio

Fondamentale è infatti la scelta dell’olio. Questo deve avere un alto punto di fumo, ossia arrivare ad una temperatura elevata senza bruciare. L’olio di arachidi è molto indicato perché il suo punto di fumo raggiunge i 210°, in alternativa suggeriamo di utilizzare l’olio di oliva.

Gli utensili

È altresì molto importante che l’olio non si raffreddi. Se ciò accade, infatti, il cibo che andiamo a cuocere ne assorbe una quantità eccessiva e diventa di difficile digestione. Per evitare dunque che la temperatura si abbassi si consiglia di utilizzare una pinza e di tuffare pochi pezzi per volta nell’olio bollente. In particolare questo utensile si rivela utile quando è presente un ripieno, perché utilizzando la pinza si fa in modo che questo non fuoriesca.

3 regole fondamentali

Infine vogliamo ricordare tre regole fondamentali che vanno sempre tenute a mente. La prima è quella di non rabboccare mail l’olio in cui si sta friggendo. È bene quindi porne in padella una quantità sufficiente per tutto ciò che si intende friggere. La seconda è quella di salare i cibi una volta cotti. Infatti il sale richiama l’acqua e rende quindi umido l’alimento che tende dunque ad afflosciarsi durante la frittura.

Ultima, ma non meno importante, regola da mettere in pratica è di scolare il cibo fritto su della carta assorbente da cucina, senza coprirlo, infatti anche la condensa farebbe perdere il cibo di croccantezza.

Ecco dunque svelati quali sono i trucchi ed i consigli utili per un fritto perfetto, buono e leggero.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te