Quali sono i nuovi bonus in arrivo con il nuovo DPCM

Domenica 25 ottobre, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato il nuovo DPCM del 24 ottobre. Il nuovo DPCM contiene tutte le nuove misure per contrastare l’emergenza epidemiologica da Covid-19. Oltre a disporre importanti restrizioni, il Presidente ha annunciato immediati aiuti economici per le categorie di lavoratori più colpiti dalle nuove restrizioni.

Di seguito si riportano quali sono i nuovi bonus in arrivo con il nuovo DPCM, fornendo tutte le prime indicazioni inerenti

SCOPRI L'OFFERTA SPECIALE
Acquista ora XW 6.0 dal sito web ufficiale

CLICCA QUI

Smartwatch

Nuovi aiuti in arrivo: i dettagli

Il Governo, annuncia nuovi ristori per tutti coloro che hanno visto chiudere o limitare la propria attività, con l’emanazione del prossimo decreto, che dovrebbe prendere il nome di Decreto Novembre.

Pur non essendo ancora definiti i tempi e le modalità, vediamo quali sono i nuovi bonus in arrivo con il nuovo DPCM.

a)I nuovi fondi perduti emessi dall’Agenzia delle Entrate, destinati alle imprese ed imprenditori colpiti dalle nuove restrizioni. In particolare, il fondo perduto potrà essere richiesto da coloro che si occupano del settore della ristorazione, ossia dai gestori e proprietari di pub, ristoranti, pasticcerie, bar. Potrà inoltre essere richiesto da gestori e proprietari di centri benessere, palestre, piscine. Sembrerebbe, che pur non avendo l’obbligo di chiusura, potranno beneficiare di questi fondi anche gli artigiani ed i commercianti. E’ evidente infatti, che anche questi ultimi subiranno per effetto del nuovo DPCM delle forti ripercussioni economiche.

b) nuovi bonus Inps. A richiedere i nuovi bonus Inps, potranno essere i lavoratori dello spettacolo, quelli stagionali del turismo ed ai lavoratori intermittenti del settore dello sport. Questi nuovi bonus, dovrebbero funzionare esattamente come i precedenti, con un importo che varia da un minimo di 600 euro ad un massimo di 1.000 euro. Le somme verranno erogate direttamente sui conti correnti dei lavoratori beneficiari.

In qualità di Esperti di Economia e Fisco del team di ProiezionidiBorsa consigliamo di procedere con la richiesta dello SPID obbligatoria ormai dal 1 ottobre, in quanto necessaria per procedere autonomamente alle richieste sul portale INPS.

Approfondimento

Multe salatissime per chi non richiede il codice LEI

Consigliati per te