Quali sono i migliori titoli azionari delle banche italiane sui quali puntare nel 2022?

Da mesi e più volte, il nostro Ufficio Studi ha guardato con interesse al settore, oggi torniamo sull’argomento per valutare secondo criteri dell’analisi grafica e dello studio dei bilanci, quali sono i migliori titoli azionari delle banche italiane sui quali puntare nel 2022.

A tal proposito mettiamo sotto la nostra lente i seguenti titoli: Banca IFIS, Bca MPS, Banco BPM, BPER Banca, Intesa Sanpaolo e Unicredit (MIL:UCG).

Quali sono i migliori titoli azionari delle banche italiane sui quali puntare nel 2022

Banca IFIS, ultimo prezzo a 17,07. Le raccomandazioni degli altri analisti stimano un prezzo obiettivo a 18,60 mentre i nostri calcoli portano a un fair value di 26 euro.

Le proiezioni per il 2022:

area di minimo 12,71/15,09

area di massimo 22,22/ 24,38.

Fino a quando non si assisterà ad una chiusura mensile inferiore a 14,33, i prezzi potrebbero continuare a salire nei prossimi 12 mesi verso l’area di  22,22/24,38. Nel breve, un primo indizio ribassista si avrà con una chiusura settimanale inferiore a 15,77 euro.

Per Bca MPS il nostro Ufficio Studi non riesce a quantificare il fair value in base ai nostri parametri

Bca MPS, ultimo prezzo a 0,892. Le raccomandazioni degli altri analisti stimano un prezzo obiettivo a 0,94 mentre i nostri calcoli non sono in grado di stabilire un fair value attendibili.

Le proiezioni per il 2022:

area di minimo 0,41/0,47

area di massimo 0,88/9,95.

Fino a quando non si assisterà ad una chiusura mensile superiore a 1,1330, i prezzi potrebbero continuare a scendere nei prossimi 12 mesi verso l’area di 0,41/0,47. Nel breve, un primo indizio rialzista si avrà con una chiusura settimanale superiore a 0,9850 euro.

Banco BPM, ultimo prezzo a 2,64. Le raccomandazioni degli altri analisti stimano un prezzo obiettivo a 3,52 mentre i nostri calcoli portano a un fair value di 2,01 euro.

Le proiezioni per il 2022:

area di minimo 2,38/2,67

area di massimo 3,55/3,89.

Fino a quando non si assisterà ad una chiusura mensile inferiore a 2,196, i prezzi potrebbero continuare a salire nei prossimi 12 mesi verso l’area di 3,55/3,89. Nel breve la tendenza è ribassista e un primo indizio rialzista si avrà con una chiusura settimanale superiore a 2,694 euro.

BPER Banca, ultimo prezzo a 1,823. Le raccomandazioni degli altri analisti stimano un prezzo obiettivo a 2,57 mentre i nostri calcoli portano a un fair value di 2,80 euro.

Le proiezioni per il 2022:

area di minimo 1,67/1,84

area di massimo 2,44/2,65.

Fino a quando non si assisterà ad una chiusura mensile inferiore a 1,6335, i prezzi potrebbero continuare a salire nei prossimi 12 mesi verso l’area di 2,44/2,65. Nel breve, un primo indizio ribassista si avrà con una chiusura settimanale inferiore a 1,705 euro.

Focus sui colossi Intesa Sanpaolo e Unicredit

Intesa Sanpaolo, ultimo prezzo a 2,274. Le raccomandazioni degli altri analisti stimano un prezzo obiettivo a 2,82 mentre i nostri calcoli portano a un fair value di 2,65 euro.

Le proiezioni per il 2022:

area di minimo 2,05/2,243

area di massimo 2,845/3,01.

Fino a quando non si assisterà ad una chiusura mensile inferiore a 2,0830, i prezzi potrebbero continuare a salire nei prossimi 12 mesi verso l’area di 2,845/3,01. Nel breve, un primo indizio ribassista si avrà con una chiusura settimanale inferiore a 2,2435 euro.

Unicredit, ultimo prezzo a 13,544. Le raccomandazioni degli altri analisti stimano un prezzo obiettivo a 16,022 mentre i nostri calcoli portano a un fair value di 10,35 euro.

Le proiezioni per il 2022:

area di minimo 10,55/12,80

area di massimo 16,89/19,01.

Fino a quando non si assisterà ad una chiusura mensile inferiore a 11,223, i prezzi potrebbero continuare a salire nei prossimi 12 mesi verso l’area di 16,89/19,01. Nel breve, un primo indizio ribassista si avrà con una chiusura settimanale inferiore a 12,59 euro.

In base a quanto scritto nei paragrafi precedenti, l’abbinamento grafico e fair value per l’anno 2022 ci fa preferire Banca FIS, BPER Banca e Intesa Sanpaolo.

Approfondimento

Il grafico di Unicredit potrebbe raggiungere anche 20 euro 

I risultati delle previsioni presenti in questo articolo si basano su calcoli statistici spiegati negli ebook pubblicati da ProiezionidiBorsa ed elaborati sulla base dello storico dei prezzi a disposizione. (Ricordiamo, inoltre, di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te