Quali sono i fantastici trucchi per togliere il pannolino ai bambini in poco tempo

Sono molte le mamme che si interrogano su quale sia il momento giusto per togliere il pannolino al proprio bambino. E le domande non finiscono qui.
Oltre il momento giusto ciò che ci si chiede è anche quale sia il modo migliore per poterlo fare.
In questo articolo saranno indicate tutte le informazioni necessarie in relazione ai progressi da fare.

Saranno anche svelati quali sono i fantastici trucchi per togliere il pannolino al bambino in poco tempo.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Il tempo giusto

Ogni bambino ha i propri tempi. Questa è un’unica e grande certezza. Di conseguenza ogni bambino avrà il suo tempo per dire addio al pannolino e passare allo step successivo.
Tutto questo avviene in base al suo sviluppo e all’ambiente familiare che lo circonda. Più è tranquillo l’ambiente in cui vive maggiore sarà la probabilità che arrivi in minor tempo all’obiettivo.

In linea generale un bambino impara a controllare i propri stimoli intorno ai 20 mesi.
Se riesce a impugnare una matita e ha sviluppato una certa capacità tattile, se è capace a salire e scendere le scale si può considerare pronto al grande passo.

In tutto questo percorso è molto importante l’atteggiamento del genitore. Se, da un lato, il bambino sta imparando a controllare gli stimoli e le sensazioni legati alla sua gestione essendo soddisfatto, dall’altro, il genitore deve fare attenzione.
L’adulto dovrà avere un atteggiamento ponderato. Non bisogna incoraggiare i tentativi del bambino con estrema euforia o affetto. Non bisogna mettergli fretta per eliminare il pannolino il prima possibile.

In questa fase, il bambino comincerà a sentire cosa accade dentro il suo corpo e percepirà piacere per i suoi risultati e la capacità di controllarli.

Ma quali sono i fantastici trucchi per togliere il pannolino al bambino in poco tempo?

Metodi efficaci

Tutto inizia dal gioco. Scegliendo un vasino che sia divertente, con una forma particolare o molto colorato il bambino sarà incentivato a scoprire la funzionalità dell’oggetto e a volerlo usare.

Il passaggio dal pannolino al vasino deve essere graduale.

Le parole sono molto importanti: bisogna suggerire al proprio figlio di sedersi e fargli capire che anche gli adulti hanno bisogno di andare in bagno.
Se il piccolo non ha voglia o non vuole più stare seduto sul vasino non bisogna costringerlo.
Nel caso in cui riesca a stare seduto è bene lasciarlo tranquillo per almeno dieci minuti.

Guai a mostrarsi agitati: l’ansia è da sempre cattiva consigliera e anche il bambino percepirà una certa pressione per il risultato.
Se, trascorso il tempo, non è successo nulla bisogna semplicemente farlo alzare. Se ci è riuscito bisognerà farlo alzare con calma. Avrà imparato che quello è un suo scopo.

Mentre il piccolo è seduto sul vasino può essere utile elogiarlo e fargli un po’ di compagnia. Si sentirà confortato e, alla fine, comprenderà il funzionamento dell’intero processo.

Infine, un buon momento per togliere il pannolino è sicuramente l’estate. Durante le vacanze estive i genitori avranno più tempo e più pazienza e il bambino sarà poco vestito, ragion per cui sarà più facile usare il vasino.

Consigliati per te