Quali sono i debiti e le tasse del defunto che gli eredi non devono pagare?

Con gli esperti di Proiezionidiborsa individueremo quali sono i debiti e le tasse che gli eredi non devono pagare. Sebbene nella maggior parte dei casi gli eredi ricevono beni, patrimoni o liquidità, esistono tuttavia dei casi in cui l’eredità riserva cattive sorprese. Ci riferiamo ovviamente alle circostanze in cui il defunto, più che beni da spartire, lascia l’onere di debiti e pagamenti in sospeso. La situazione debitoria del familiare deceduto ricade sull’erede che, insieme ad eventuali beni, deve assolvere i debiti. Ciò secondo quanto statuisce l’articolo 752 del Codice Civile che distribuisce fra gli eredi lo scioglimento della condizione debitoria.

Non a caso, la Redazione chiarisce ai lettori perché e “Quando conviene rinunciare all’eredità”. In presenza di una situazione debitoria da risanare e a fronte di nessun vantaggio economico si conferma preferibile rifiutare. Esistono tuttavia dei casi in cui l’erede non deve rispondere dei debiti che il defunto accumula in vita. Analizziamo dunque con gli esperti di Redazione quali sono i debiti e le tasse del defunto che gli eredi non devono pagare.

Quali sono i debiti e le tasse del defunto che gli eredi non devono pagare?

Non gravano sul portafoglio degli eredi anzitutto le eventuali spese condominiali che il defunto ha accumulato. Ciò però unicamente in riferimento al mancato pagamento di oneri risalenti a 2 anni prima del decesso. Il che significa che gli eredi devono pagare le spese di condominio dei 2 anni precedenti al decesso del familiare insolvente.

Non confluiscono nell’eredità neanche i debiti che il defunto contrae in relazione al mancato pagamento di multe stradali e di sanzioni amministrative. Pertanto quando giungeranno all’indirizzo del defunto le cartelle esattoriali di multe e sanzioni gli eredi potranno richiederne lo sgravio.

Fortunatamente gli eredi non devono onorare i debiti di gioco o di scommesse perché questi ultimi si estinguono con la morte del debitore. Nè gli eredi potranno rivendicare la restituzione di somme di denaro che il defunto ha versato per appianare situazioni debitorie.

Consigliati per te