Quali sono i clienti che riceveranno il rimborso degli interessi da parte del Monte dei Paschi di Siena?

Preliminarmente, chiariremo che il 29 dicembre scorso è stato pubblicato un avviso per i clienti del Monte Paschi, nella Gazzetta Ufficiale n.151. Nel medesimo, essi venivano avvisati circa il loro diritto alla restituzione di oneri e interessi da parte dell’istituto bancario. Ebbene, la prima domanda che si ci è posti è stata: “quali sono i clienti che riceveranno il rimborso degli interessi da parte del Monte dei Paschi di Siena?”.

Si tratta di coloro i cui rapporti sono stati oggetto di cessione in blocco a determinati cessionari. Cosa significa, specificamente? Per chiarirlo, elencheremo, quindi seguito, le categorie di clienti aventi diritto al rimborso delle somme. Segnatamente, si tratterebbe di quelli i cui rapporti sono stati oggetto di cessione ai seguenti soggetti:

1) Aporti Srl in data 23/12/2019 come da Avviso in Gazzetta Ufficiale Parte Seconda n. 7 del 16-01-2020;

2) Artemide SPV Srl in data 28/12/2018 come da Avviso in Gazzetta Ufficiale Parte Seconda n. 1 del 03-01-2019;

3) Epicuro SPV S.r.l. in data 29/12/2015 come da Avviso in Gazzetta Ufficiale Parte Seconda n. 2 del 05-01-2016;

4) IFIS NPL Spa in data 28/12/2018 come da Avviso in Gazzetta Ufficiale Parte Seconda n. 7 del 17-01-2019;

5) Illimity Bank Spa in data 29/07/2019 come da Avviso in Gazzetta Ufficiale Parte Seconda n. 108 del 14-09-2019;

6) Siena Npl 2018 Srl in data 20/12/2017 come da Avviso in Gazzetta Ufficiale Parte Seconda n. 151 del 23-12-2017.

Altra questione che sorge, una volta chiarito quali sono i clienti che riceveranno il rimborso degli interessi da parte del Monte dei Paschi di Siena, riguarda le somme da rimborsare.

Quali sono le somme da rimborsare

Sul punto, si segnala che l’avviso pubblicato in Gazzetta, ha specificato quali somme vanno rimborsate ai clienti. In particolare, si tratta di:

a) Interessi per il mancato rispetto del periodo minimo di preavviso (pari a 2 mesi) per l’esercizio del diritto di recesso. Quest’ultimo andava riconosciuto ai clienti in seguito alla modifica unilaterale del rapporto, avvenuta con giustificato motivo.Essi, infatti, hanno subito un “peggioramento del merito creditizio”, consistente in: somme ricomprese tra 2,07 e 2.083,48 euro. Da qui risulterebbe che gli aventi diritto e il periodo di riferimento del rimborso, sono i seguenti: destinatari di comunicazioni di modifica unilaterale dei tassi di interesse per peggioramento del merito creditizio, con decorrenza 20/04/2018 e 07/02/2019;

b) somme relative alla voce “Commissione di Istruttoria Veloce”, in caso di mancata esenzione di talune causali di addebito ed errati addebiti. Si tratta di somme ricomprese tra 4,33 euro e 824,00 euro. Senonché, in tal caso, gli aventi diritto al rimborso e il periodo di riferimento sono rispettivamente: i titolari di conti correnti con addebiti di CIV, in presenza di talune causali di addebito ritenute da esentare, dal terzo trimestre 2012 al primo trimestre 2020;

c) Azzeramento, per taluni rapporti, del canone aggiuntivo della carta di credito MPS ONE Gold. La somma, in tal caso, è pari ad euro 41,25. Gli aventi diritto al rimborso e il periodo di riferimento sono: clienti possessori del conto corrente MPS ONE, relativamente al canone aggiuntivo della carta di credito MPS ONE GOLD inclusa nel set di base applicato nel periodo ottobre 2015 – ottobre 2020;

d) Riconoscimento delle penali in caso di ritardo nell’esecuzione del trasferimento dei servizi di pagamento connessi al rapporto di conto di pagamento. La somma sottratta è pari ad euro 158,38. Gli aventi diritto e il periodo di riferimento del rimborso, conseguentemente, sono: titolari di servizi di pagamento connessi al rapporto di conto di pagamento, con ritardo nel trasferimento degli stessi, dal 13/06/2017 al 31/10/2020.

Modalità di richiesta del rimborso

Per smaltire le richieste dei rimborsi dovuti, il Monte dei Paschi Di Siena, ha messo a disposizione un numero verde, per verificare se si ha diritto al rimborso. Inoltre, il servizio clienti assisterà gli stessi, confermando la titolarità alla restituzione delle somme, indicando le modalità per il loro ottenimento. Nella specie, il numero verde è il seguente: 800 811 189. Una volta avviata la pratica, le somme dovute ai clienti, potranno essere ritirate dai medesimi presso gli sportelli della banca.

Consigliati per te