Quali dolci si mangiano in tutta Italia per festeggiare l’arrivo della Befana

Tutti noi stiamo per preparare le calze della Befana con i cioccolatini comprati al supermercato. Ma quanti di noi sanno quali sono i dolci che dovrebbero essere portati sulle tavole di tutta la nostra Penisola? Per non perdere contatto con le nostre tradizioni oggi illustriamo quali dolci si mangiano in tutta Italia per festeggiare l’arrivo della Befana.

Nel Settentrione

In Piemonte, soprattutto nella provincia di Cuneo, è tradizione addentare la “fugassa d’la Befana” (la focaccia della Befana). Nel suo impasto, infatti, vengono inserite una fava bianca e una fava nera. I malcapitati che le trovano sono obbligati a pagare il prezzo della torta e a offrire da bere a tutti.

In Toscana, invece si preparano i befanini, dei frollini al gusto di agrumi e di rhum, e i cavallucci di Siena. Questi ultimi sono dei biscottini molto morbidi aromatizzati all’anice.

In Lombardia, invece, sono protagonisti assoluti dei dolci cammelli di pasta sfoglia. In Liguria è uso mangiare gli anicini, dei biscotti duri da intingere nel cosiddetto vino dei Re Magi.

Nel Meridione

In Campania è d’obbligo preparare la prima pastiera per festeggiare il nuovo anno. In Puglia si portano in tavola i purcidduzzi, simili agli struffoli napoletani, o le cartellate che sono dei nidi di pasta fritti nell’olio. Cambiando Regione, in Abruzzo, invece, sono d’obbligo dei dessert dal gusto molto particolare, chiamati pepatini.

Oggi abbiamo elencato quali dolci si mangiano in tutta Italia per festeggiare l’arrivo della Befana. Se si è interessati alle tradizioni legate al 6 gennaio, suggeriamo di consultare la nostra ampissima sezione dedicata alla cultura e alla società presente sul nostro sito. Qui infatti oltre alla Befana, abbiamo anche parlato dei Re Magi e del significato dei doni che hanno portato a Gesù Bambino. Per leggere questa storia interessante e scoprire il vero significato nascosto dietro alla festa dell’Epifania basta cliccare qui.

 

Consigliati per te