Quali documenti servono per vendere casa

Una delle questioni più difficili da definire prima di sottoscrivere un rogito immobiliare è la produzione della documentazione necessaria. Quali documenti servono per vendere casa?

Documenti di natura personale

Il notaio, in sede d’atto, sarà tenuto ad accertare senza ombra di dubbio l’identità del soggetto che compare in qualità di venditore. Per farlo gli sarà indispensabile prendere visione dei seguenti documenti:

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer
  • carta di identità (o passaporto o patente) in corso di validità e codice fiscale;
  • permesso di soggiorno qualora il venditore sia un soggetto extra-comunitario.

Per accertare lo stato civile della parte venditrice, inoltre, sarà necessario produrre un certificato di matrimonio (o di stato libero). Tale documento può essere realizzato anche in forma di autocertificazione se il notaio lo permette.

Documenti che accertano la proprietà del bene

Al fine di determinare con certezza il diritto a disporre dell’immobile il notaio chiederà di prendere visione di uno dei seguenti documenti:

  • atto di acquisto dell’immobile oggetto di vendita;
  • dichiarazione di successione qualora il bene sia stato ricevuto in eredità;
  • atto di donazione nel caso in cui l’immobile sia stato ricevuto in seguito ad un atto di liberalità.

Qualora il venditore abbia acquisito la proprietà del bene in seguito ad una successione sarà necessario un altro documento. Si tratta della produzione dell’atto di provenienza del bene che certifichi la proprietà in capo al de cuius.

Attestare l’identità e conformità dell’immobile

Il notaio, per concludere il rogito immobiliare, sarà tenuto ad accertare la conformità del bene rispetto alla normativa vigente.

Sarà quindi necessario portare in sede d’atto:

  • visura catastale del bene;
  • planimetria per accertare che l’immobile sia conforme allo stato abitativo in cui si trova;
  • documentazione che attesta la conformità urbanistica del bene rispetto alle norme comunali.

Per quel che concerne le certificazioni in materia di conformità urbanistica è necessario produrre la licenza di costruzione del bene. Nel caso di immobili con più di 50 anni potrebbe essere chiesto anche il certificato di idoneità statica.

Un altro documento essenziale per perfezionare la vendita è l’APE che attesta la classe energetica e l’indice di prestazione energetica dell’immobile. Il documento deve essere redatto da un professionista autorizzato.

L’elenco di quali documenti servono per vendere casa non è ancora esaustivo. In casi di servitù o ipoteche sul bene, infatti, il notaio può richiedere una documentazione suppletiva. Questo per valutare la presenza di mutui o eventuali contratti di locazione.

Consigliati per te