Quali aiuti spettano ai genitori lavoratori

Per definire il nuovo Decreto Sostegni, l’Esecutivo è a lavoro oramai da oltre un mese. Aspettavamo l’approvazione del nuovo testo già la scorsa settimana ma chiaramente è slittata.

Secondo le ultime notizie, l’ex Decreto Ristori 5, dovrebbe essere approvato in via definitiva, entro il fine settimana.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Un provvedimento da oltre 32 miliardi, suddiviso in tre Titoli.

Il primo Titolo dedicato alle misure a sostegno delle imprese e dell’economia. Tra queste a titolo esemplificativo, i nuovi contributi a fondo perduto, il fondo per i professionisti e gli autonomi.

La proroga del blocco della riscossione. Nonché lo stralcio della cartelle esattoriali. Al riguardo, si consiglia la lettura di questo breve articolo.

Il secondo Titolo, dedicato alle misure in materia di lavoro. Tra queste, i nuovi bonus per i lavoratori stagionali, per il turismo e per lo sport.

La proroga della Cassa Integrazione Covid e CIG, il rifinanziamento del reddito di cittadinanza e del reddito di emergenza e molte altre.

Il terzo Titolo, dedicato invece, alle misure in materia di sicurezza e salute.

Con i Consulenti di Diritto e Lavoro di ProiezionidiBorsa, quest’oggi, esamineremo alcuni aiuti messi a disposizione delle famiglie con genitori che lavorano.

In particolare, quali aiuti spettano ai genitori lavoratori.

Quali aiuti  spettano ai genitori lavoratori

Sono trascorsi solo un paio di giorni dal 15 marzo 2021, data in cui oltre la metà delle Regioni del nostro Paese, sono state costrette ad adottare la didattica a distanza.

Le difficoltà vissute dai genitori in questo interminabile anno di pandemia, sono state molte. E non solo dettate da problemi economici.

Molte anche le difficoltà organizzative delle famiglie costrette a stravolgere le proprie dinamiche familiari. La chiusura delle scuole e la didattica a distanza hanno, infatti, contribuito a creare un gran caos tra i genitori.

Gli aiuti alle famiglie con i genitori lavoratori sono stati inevitabilmente anticipati nel Decreto Covid in vigore dallo scorso 15 marzo 2021 fino al 6 aprile 2021.

Il Governo Draghi avrebbe dovuto riconfermare il congedo parentale, il bonus baby sitter e lo smart working seppur con delle novità nel Decreto Sostegni.

Ma è stato costretto ad anticiparle in vista delle misure restrittive adottate per far fronte all’emergenza epidemiologica e alla terza ondata del virus.

Pertanto, i genitori che lavorano potranno di nuovo contare su questo tris di aiuti.

Per informazioni sugli aiuti si consiglia di rivolgersi ad un Patronato, all’INPS o al proprio datore di lavoro.

Consigliati per te