Quale titolo preferire nel settore distribuzione gas a Piazza Affari?

Quale titolo preferire nel settore distribuzione gas a Piazza Affari? Incominciano col dire che quattro sono le società che appartengono a questo settore: Italgas, Snam, ACSM-AGAM e Ascopiave. I primi due titoli appartengono a colossi del settore e sono quotati sull’indice principale di Piazza Affari. Gli ultimi due, invece, sono collegati a due aziende che hanno una capitalizzazione inferiore al miliardo di euro.

Il nostro Ufficio Analisi ha analizzato alcuni parametri attraverso i quali si evince che il titolo Ascopiave risulta essere il miglior titolo del settore sul quale investire.

Ad esempio, il PE di Ascopiave è 1,7, mentre Italgas e Snam quotano a un PE superiore a 10. Inoltre da inizio anno il titolo in questione è stato il migliore del settore con una performance di circa il 2%. Se poi si effettua un rating del titolo andando a considerare gli oscillatori classici si ottiene un giudizio comprare subito. Che Ascopiave sia un titolo da comprare è anche confermato dalle raccomandazioni degli analisti che hanno un consenso medio Outperform con un prezzo obiettivo medio che esprime una sottovalutazione del 15% rispetto ai livelli attuali.

Scopri i vantaggi del trading con il leader nel settore
Se riesci a individuare le opportunità quando gli altri non le vedono, noi ti aiuteremo a sfruttarle nel modo migliore.

Scopri di più

Infine non è da sottovalutare l’aspetto dividendo. Alle quotazioni attuali, infatti, il rendimento del dividendo di Ascopiave è superiore al 4%.

Quale titolo preferire nel settore distribuzione gas a Piazza Affari?L’analisi grafica sul titolo Ascopiave

Il titolo Ascopiave (MIL:ASC) ha chiuso la seduta del 5 febbraio in rialzo dello 0,14% rispetto alla seduta precedente a quota 3,7 euro.

La tendenza in corso è rialzista sia sul settimanale che sul mensile e i livelli chiave coincidono. Andiamo, quindi, a focalizzare la nostra attenzione sul time frame più breve per cercare di anticipare le svolte del mercato.

Come si vede dal grafico le quotazioni sono a contatto con il supporto in area 3,6 euro. Una chiusura settimanale inferiore a questo livello aprirebbe le porte a un’inversione ribassista che potrebbe portare le quotazioni sui minimi del 2020. Da questo punto di vista, un brutto segnale arriva dallo Swing Indicator che ha dato un segnale ribassista.  La settimana dell’8 febbraio, quindi, sarà particolarmente importante per capire cosa accadrà ad Ascopiave nel medio/lungo periodo.

Qualora, invece, si dovesse proseguire al rialzo gli obiettivi sono quelli indicati in figura.

Time frame settimanale

ascopiave

Ascopiave: proiezione rialzista in corso sul time frame settimanale. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Time frame mensile

ascopiave

Ascopiave: proiezione rialzista in corso sul time frame mensile. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te