Quale titolo bancario ha avuto la migliore performance tra i big del settore di Piazza Affari nell’ultimo anno?

Quale titolo bancario ha avuto la migliore performance tra i big del settore di Piazza Affari nell’ultimo anno? Banco BPM può fregiarsi di questo brillante risultato avendo guadagnato il 32% nell’ultimo anno e il 52,48% negli ultimi sei mesi.

La storia degli ultimi anni del titolo, però, non è stata molto brillante avendo perso oltre il 98% dai massimi del 2000. Un altro aspetto in qualche modo inquietante è che considerando un arco temporale di 5 anni la probabilità di avere un rendimento positivo è solo del 7% con una perdita media del -53%. Le cose vanno peggio se si considera un investimento a 10 anni. In questo caso non c’è mai stato un solo investimento, tra tutti quelli possibili dal 1999 a oggi, che in 10 anni abbia dato un rendimento positivo.

Secondo gli analisti che coprono Banco BPM il prezzo obiettivo medio è praticamente in linea con le attuali quotazioni e il consenso medio è Hold.

Quale titolo bancario ha avuto la migliore performance tra i big del settore di Piazza Affari nell’ultimo anno? Gli obiettivi secondo l’analisi grafica

Banco BPM (MIL:BAMI) ha chiuso la seduta del 1 marzo in area 2,153 euro in rialzo del 1,37% rispetto alla seduta precedente.

Time frame settimanale

La tendenza in corso è rialzista e sta puntando al II obiettivo di prezzo in area 2,334 euro. Tuttavia c’è un forte ostacolo in area 2,228 euro che da alcune settimane sta frenando l’ascesa dei prezzi. Nel caso in cui si dovesse continuare al rialzo, poi, l’obiettivo successivo si trova in area 2,62 euro.

Solo una chiusura settimanale inferiore a 2,048 euro e/o un segnale di vendita dello Swing Indicator potrebbe far invertire al ribasso la tendenza in corso.

banco bpm

Banco BPM: proiezione rialzista in corso sul time frame settimanale. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Time frame mensile

La chiusura di febbraio potrebbe aver dato un’ulteriore spinta alla tendenza rialzista in corso. Il mese, infatti, ha visto la rottura dell’importante resistenza in area 2,085 euro (I obiettivo di prezzo) con la conseguente apertura al raggiungimento del II obiettivo di prezzo in area 3,145 euro. La massima estensione rialzista si trova in area 4,235 euro. Da notare che il rialzo è supportato anche dai segnali di acquisto del BottomHunter e dello Swing Indicator.

Una chiusura mensile inferiore a 2,085 euro farebbe nuovamente invertire al ribasso la tendenza in corso.

banco bpm

Banco BPM: proiezione rialzista in corso sul time frame mensile. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Approfondimento

Nuovo capovolgimento sui mercati azionari internazionali che invertono la tendenza giornaliera al rialzo

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te