Quale lavoro svolge l’uomo più ricco del mondo e quanti altri dollari accumulerà?

Il nostro è un interrogativo che esula completamente dalla semplice morbosità, tipica del curiosare fine a se stessa. Mira, invece, a studiare la natura dell’uomo, per cercare di capire se alcuni tratti di questo straordinario imprenditore si possano estendere e condividere. Ne potremmo solo trarre giovamento ed imparare e, nei casi altrettanto limite, anche imitare. Vediamo allora di capire quale lavoro svolge l’uomo più ricco del mondo e quanti altri dollari accumulerà.

La figura umana e imprenditoriale di Elon Musk

Secondo il Bloomberg Billionaires Index, in questo primo scorcio di 2021 è Elon Musk l’uomo più ricco del mondo. Il suo patrimonio è stimato nell’ordine dei 188,5 miliardi di dollari, stracciando così ogni precedente record. L’Index di Bloomberg, infatti, è particolare perché si aggiorna costantemente in base alle quotazioni che raggiungono in Borsa le società dei magnati mondiali.

Prima di Musk, il podio è stato occupato, dall’ottobre del 2017, dal proprietario della società di commercio elettronico più grande al mondo. Stiamo parlando di Jeff Bezos con Amazon, il cui patrimonio personale “è sceso” a 187 miliardi di dollari. A seguire troviamo il padre fondatore di Microsoft, Bill Gates, poi Warren Buffett e Larry Ellison, rispettivamente il guru della finanza mondiale e il cofondatore e CTO di Oracle.

Scopri i vantaggi del trading con il leader nel settore
Se riesci a individuare le opportunità quando gli altri non le vedono, noi ti aiuteremo a sfruttarle nel modo migliore.

Scopri di più

Musk, ricordiamolo brevemente, è nato a Pretoria (Sudafrica) il 28 giugno 1971, da padre ingegnere elettromeccanico e mamma modella canadese. Per questo motivo, Musk ha cittadinanza canadese e dal 2002 è diventato cittadino statunitense. Le sue biografie raccontano che da piccolo ha divorato quintali di libri e ben presto si è appassionato alla programmazione informatica. Crescendo, ha frequentato l’università negli Stati Uniti

Una volta conclusi gli studi (qui al link un ipotetico percorso scolastico), ha intrapreso la carriera da imprenditoriale a soli 24 anni. I settori che sin da giovane hanno rubato la sua attenzione sono stati quelli dell’energia rinnovabile, di internet e spaziale.

Il colosso Tesla

Da allora ad oggi, Elon Musk è “semplicemente” un vulcano di idee, un imprenditore lungimirante, un precursore dei tempi. La sua creatura più rinomata oggi è senza dubbio Tesla, la casa automobilistica che sforna le auto elettriche del futuro.

Ed è proprio grazie alla crescita esponenziale delle quotazioni di Borsa di Tesla che Musk si è ormai proiettato nell’Olimpo dei paperoni mondiali. Solo nello scorso anno, infatti, Tesla hanno portato a casa un sonoro +743% di rialzo, rispetto al precedente anno. Pertanto, oggi la capitalizzazione della sua principale creatura si aggira sui 765 miliardi di dollari, quasi il 39% del PIL italiano (1.647 mld di euro nel 2020)! In figura (fonte: Investing) il grafico a timeframe settimanale del titolo, dalla nascita a oggi.

testla grafico

 

Elon Musk, imprenditore visionario a tutto tondo

A questo punto viene naturale chiedersi quale lavoro svolge l’uomo più ricco del mondo e quanti altri dollari accumulerà. Di certo sarebbe alquanto riduttivo definirlo solo un ingegnere o un imprenditore o un uomo di successo.

Elon Musk incarna invece la figura del visionario a tutto tondo. Parte sicuro e forte dalle sue profonde, immense conoscenze informatiche e le applica quasi a 360°. Musk è la figura dell’uomo dotato della capacità di vedere il futuro aldilà del contingente, di andare oltre a quello che occhi vedono nel presente. Un talento della natura la cui mente scruta quella che sarà la società di domani e la plasmano, la modellano, le danno forme e sembianze.

Questa è la sua più grande lezione che ognuno di noi potrebbe fare sua. Ossia immaginare come sarà il mercato del lavoro dei prossimi mesi e prepararsi oggi nella fase della pandemia e del lockdown. Smetterla di confidare unicamente in aiuti tipo il Reddito di cittadinanza o in un Bonus qualunque o nel lavoretto XY di breve respiro che poi non porteranno a più di tanto.

Perché invece non reinventarsi? Perché non indagare su quali beni e servizi la gente maggiormente domanda/erà? E provare a capire se si è in grado di soddisfare una particina (sia pure minuscola, infinitesimale) della stessa? Ecco dunque la più grande lezione che può darci Musk.

Ma quale lavoro svolge l’uomo più ricco del mondo e quanti altri dollari accumulerà?

Le sue iniziative imprenditoriali, infatti, vanno tutte nella direzione de “il tempo che verrà”. Nel 1995, per esempio, inaugurò Zip2, un’azienda di software web, quando ancora internet era pressoché merce rara a gran parte dell’umanità. Poi nel 1999 creò, insieme ad altri imprenditori, X.com (società di servizi finanziari online specializzata nei pagamenti via email) da cui nascerà PayPal. Con il nuovo Millennio Musk è sempre più rinomato e da vita alla nascita di SpaceX (nel 2002), Tesla (2003), SolarCity (2006), Hyperloop (2013), OpenAI (2015), Neuralink (2016).

Non pensiamo che la sua vena imprenditoriale si sia esaurita, anzi è probabile che negli anni a venire tirerà fuori dal cilindro altri interessanti progetti. Pertanto è presumibile pensare che i suoi fatturati cresceranno anche in futuro. Specie se si considera che tra una manciata di ore alla guida degli States salirà Joe Biden, il neo Presidente, tra i più forti sostenitori della svolta green degli USA.

Quindi si può facilmente presumere che le auto elettriche prodotte da Tesla non vivranno battute d’arresto nella loro domanda. Anzi, è legittimo pensare che per Tesla e il suo fondatore Musk, il bello debba ancora arrivare.

Ecco, dunque, illustrato quale lavoro svolge l’uomo più ricco del mondo e quanti altri dollari accumulerà.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te