Quale futuro per l’istituto bancario italiano più importante?

Quale futuro per l’istituto bancario italiano più importante? Delle proiezioni di lungo periodo su Intesa Sanpaolo ci siamo già occupati in un precedente articolo. In questo articolo i nostri Analisti si sono concentrati sulle proiezioni di breve/medio periodo.

Il quadro che emerge è quello di un titolo che nel breve/medio periodo è destinato a scendere, senza, però, creare eccessivi allarmismi. D’altra parte il PE (rapporto prezzo utili) di Intesa Sanpaolo è circa la metà rispetto ai suoi competitors. Ciò vuol dire che potrebbe raddoppiare il suo valore ed essere ancora in linea con il settore di riferimento.

Per quel che riguarda le raccomandazioni degli analisti, il consenso medio è Outperfrom con un prezzo obiettivo medio che esprime una sottovalutazione del 20% circa.

Scopri i vantaggi del trading con il leader nel settore
Se riesci a individuare le opportunità quando gli altri non le vedono, noi ti aiuteremo a sfruttarle nel modo migliore.

Scopri di più

Quale futuro per l’istituto bancario italiano più importante? La parola all’analisi grafica e previsionale

Intesa Sanpaolo (MIL:ISP) ha chiuso la seduta del 22 gennaio a 1,8842 euro in ribasso dello 1,72% rispetto alla seduta precedente.

Time frame giornaliero

La tendenza in corso di breve periodo è ribassista e sostenuta da un segnale di vendita dello Swing Indicator. Le quotazioni, quindi, sono dirette verso il I obiettivo di prezzo in area 1,795 euro. Questo livello potrebbe rappresentare un ottimo punti di ingresso purché si metta lo stop sotto 1,795 euro in chiusura di seduta. Qualora, invece, si dovesse continuare a scendere, gli obiettivi sono quelli indicati in figura.

I rialzisti potrebbero riprendere il controllo della tendenza nel caso di una chiusura giornaliera superiore a 1,917 euro e/o in presenza di un segnale di acquisto dello Swing Indicator.

intesa sanpaolo

Intesa Sanpaolo: proiezione ribassista in corso sul time frame giornaliero. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Time frame settimanale

La tendenza in corso è rialzista, ma sta incontrando fortissime difficoltà nel superare la resistenza in area 2,002 euro (I obiettivo di prezzo). Questa debolezza potrebbe preludere a un ritracciamento in area 1,762 che, in ogni caso, non intaccherebbe lo scenario rialzista.

Solo chiusure settimanali inferiori a 1,762 euro metterebbero in crisi lo scenario rialzista i cui obiettivi sono quelli indicati in figura.

intesa sanpaolo

Intesa Sanpaolo: proiezione rialzista in corso sul time frame settimanale. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te