blank

Quale è stato il miglior titolo del primo trimestre e dove sono dirette le sue azioni?

Quale è stato il miglior titolo del primo trimestre e dove sono dirette le sue azioni?

Il miglior titolo azionario di questo primo scorcio del 2021 è stato Isagro che è stato oggetto di un’OPA destinata al delisting delle azioni. Prima, però, di passare al secondo miglior titolo ricordiamo una cosa importante. Ad agosto 2020 scrivevamo un report dal titolo Un titolo azionario che potrebbe guadagnare oltre il 400%: quando comprare e quali rischi si corrono quando Isagro quotava in area 0,9 euro. Da agosto 2020 a marzo 2021 il titolo è passato in area 2,7 euro per cui le azioni hanno triplicato il loro valore.

In questa classifica trimestrale al secondo posto si colloca Bialetti Industrie che ha guadagnato oltre il 140% a partire da metà febbraio in poi. Che il titolo fosse ben impostato era stato già evidenziato in un precedente report quando quotava in area 0,177 euro.

Vogliamo ora capire, con l’aiuto dell’analisi grafica, quale è la direzione lungo la quale si muoveranno le quotazioni nel lunghissimo periodo.

Prima di procedere, però, una nota importante. Bialetti è un titolo a bassa capitalizzazione che fino a metà febbraio vedeva scambi molto esigui (controvalore di circa 60.000 euro a seduta). Oggi, invece, gli scambi si sono decuplicati a testimonianza dell’interesse sul titolo. Fino a quando i volumi si manterranno elevati tradare il titolo non sarà pericoloso. Qualora, invece, dovessero tornare ai livelli pre-esplosione al rialzo potremmo assistere a un aumento della volatilità con conseguente aumento del rischio.

Quale è stato il miglior titolo del primo trimestre e dove sono dirette le sue azioni? Le indicazioni dell’analisi grafica sul titolo Bialetti

Bialetti (MIL:BRE) ha chiuso la seduta del 1 aprile a quota 0,311 in rialzo dello 0,32% rispetto alla seduta precedente.

Il ritracciamento scattato dopo l’esplosione rialzista che ha portato le quotazioni dai massimi in area 0,47 euro ai minimi in area 0,27 euro potrebbe essere già giunto al capolinea.

Una conferma in tal senso si avrebbe con una chiusura mensile superiore a 0,422 euro. In questo caso le azioni Bialetti potrebbero partire verso il I obiettivo di prezzo in area 0,642 euro. Gli obiettivi successivi sono quelli mostrati in figura. In caso contrario si tornerebbe in area 0,1 euro.

Da notare che sul trimestrale le quotazioni non sono riuscite a chiudere sopra la resistenza in area 0,322 euro. Una chiusura del prossimo trimestre sopra questo livello accompagnata da un segnale di acquisto del BottomHunter potrebbe far decollare le quotazioni verso area 1,89 euro nel caso in cui venga raggiunta la massima estensione del rialzo in corso.

Time frame mensile

bialetti

Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Time frame trimestrale

bialetti

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te