Quale dolce preparare per il ponte di Ognissanti

Un gustoso dilemma ci assale… Quale dolce preparare per il ponte di Ognissanti?

La torta di zucca, ma anche i mostaccioli e le rame di Napoli. Sono queste alcune delle delizie da portare a tavola per chi si chiede quale dolce preparare per il ponte di Ognissanti. In particolare, com’è noto, la torta di zucca è una tradizione culinaria importata dalla ricorrenza americana della festa di Halloween.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Mentre i mostaccioli sono un tipico dolce nostrano. Diffuso in numerosi regioni italiane, tra cui Puglia e Basilicata.

Le rame di Napoli, invece, sono un tipico dolce siciliano fatto in casa. In ogni caso sono reperibili pure nelle pasticcerie nel periodo che va dal ponte di Ognissanti fino al giorno della commemorazione dei defunti. Ecco, allora, quali sono gli ingredienti per preparare queste tre prelibatezze.

Ecco, allora, quale dolce preparare per il ponte di Ognissanti, dalla torta di zucca alle rame di Napoli.

La torta di zucca

La base di questa torta è chiaramente la zucca rossa invernale. L’impasto, poi, si completa con farina 00, latte, acqua, burro, uova intere e miele. Nel dettaglio, la zucca, una volta pulita, va cotta in una  pentola con coperchio insieme a latte ed acqua. Dopodiché frullare il tutto che va quindi aggiunto ad una soluzione di acqua calda e miele. Il composto ottenuto va, a questo punto, amalgamato per bene.

Al composto amalgamato si aggiunge, a poco a poco, la farina. Mescolando e procedendo con la cottura a fuoco lento fino a quando l’impasto sarà denso. Dopo aver fatto raffreddare prima aggiungere i tuorli d’uovo, e poi a poco a poco i chiari che sono stati montati a neve mescolando con movimenti dal basso verso l’alto.

La torta ora è pronta per essere messa nello stampo. Va cotta in  un forno statico per non più di trenta minuti, a 160 gradi.

I mostaccioli

Si tratta di dolcetti il cui nome è legato alla presenza, tra gli ingredienti, del vin cotto. Questo, infatti, dell’impasto che è costituito da una pasta frolla formata da farina, zucchero, cannella, miele, cacao, chiodi di garofano e, appunto, il vin cotto.

Per rafforzare il gusto, volendo, si può aggiungere all’impasto pure la farina di mandorle. Oppure mandorle tostate e poi tritate. Per quel che riguarda invece la guarnizione, la glassa è al cioccolato. E prima di guarnire i mostaccioli, appunto, con la glassa al cioccolato, si può anche aggiungere, se lo si desidera, un velo di marmellata.

Le rame di Napoli

Concludendo questo rapido excursus su quale dolce preparare per il ponte di Ognissanti ecco, infine, le rame di Napoli. Come i mostaccioli pure le rame di Napoli sono sostanzialmente dei biscotti, ma privi di vin cotto. Gli ingredienti di base sono quelli classici. Infatti l’impasto richiede semplicemente farina, zucchero, lievito, cacao e spezie.

A queste polveri, dopo essere state ,amalgamate, va aggiunto burro, marmellata di arance, miele, latte e scorzette d’arancia. Per quel che riguarda invece la guarnizione, le rame di Napoli sono facilmente riconoscibili in quanto la cupola di ogni biscotto viene immersa nel cioccolato fondente. Prima che il cioccolato si solidifichi un trito di pistacchi e di mandorle va a completare la guarnizione del dolce.

Consigliati per te