blank

Quale dei due fa più bene il vino bianco o quello rosso?

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Mettiamo in gara fra loro due grappoli che sono all’origine delle bollicine e del colore rubino. Un profumo che invoglia ad assaggiare entrambi, perché ben si accompagnano alle pietanze della nostra cucina. Ma oggi ci chiediamo quale dei due fa più bene il vino bianco o quello rosso?

Vino bianco e rosso

L’antico nome dell’Italia era Enotria, cioè “terra del vino”. Furono proprio i Romani a intensificare la coltivazione della vite e a portarla in tutto l’antico impero. Il vino si sa si sposa bene con le pietanze, ma ci sono poi i cultori che amano gustarli da soli, per assaporarne il bouquet come fanno i sommelier. Proviamo allora a confrontare il bianco e il rosso e vediamo quale dei due sia più salutare.

OFFERTA SPECIALE - POCHI PEZZI DISPONIBILI
Magia di Stelle Premium: dai un tocco di magia alla tua casa

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Il vino bianco

Il vino bianco possiede diverse proprietà. Contrasta l’osteoporosi e la presenza di tirosolo aiuta nei reumatismi. Migliora anche il colesterolo, sia quello buono che quello cattivo, questo emerge da uno studio promosso dalla rivista belga In Vino Veritas. Fa bene anche all’arteriosclerosi, come quello rosso secondo il Professor Miloš Táborský della Repubblica ceca.

Uno studio dell’Università di Reading nel Regno Unito mostra che ci sono alcuni vitigni come il Pinot nero che salvaguardano la memoria e migliorano la spazialità.

Proprietà anti invecchiamento sono state scoperte dalla Harvard School proprio nel vino bianco.

Il vino rosso

Il vino rosso riscalda, è potente ed è composto da antiossidanti, e sostanze come il resveratrolo, epicatechina e catechina. Il resveratrolo è stato da poco osservato da uno studio dell’università di Buffalo e pubblicato sulla rivista Neuropharmacology, che rivela l’azione antidepressiva del vino rosso.

Secondo uno studio del Prof. S. Renaud il vino rosso spiegherebbe il cosiddetto “paradosso francese”. Nonostante in Francia si consumino molte carni che dovrebbero provocare problemi al sistema cardio-vascolare a causa dei grassi in esse contenuti, ciò non avviene. E questo sembra sia dovuto al vino rosso che accompagna le tavole francesi. In effetti il rosso è ricco di grassi Omega 3 che hanno un’attività protettiva sul cuore.

L’etanolo contenuto nel vino rosso aiuta a metabolizzare il glucosio e riduce il rischio di diabete di tipo 2.

Quale dei due è più benefico?

Si può dire che ambedue sono salutari, ma che non si faccia venir la voglia di berli entrambi durante il pasto. Che si osservi la regola di mai mischiare vino bianco e rosso.

Inoltre il vino fa bene se bevuto con moderazione altrimenti si ottiene un effetto negativo sulla salute.

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Consigliati per te