Qualche valido consiglio per addormentarsi senza difficoltà

Se abbiamo difficoltà a prendere sonno e non sappiamo come fare, ecco qualche valido consiglio per addormentarsi senza difficoltà.

Cosa evitare assolutamente

Prima di tutto diciamo che cosa non fare. Evitare in modo assoluto di addormentarsi guardando il cellulare, il tablet, l’e-book. Evitare anche l’uso di altri tipi di schermi elettronici come la televisione. Sarà un po’ dura all’inizio, ma conviene per un buon riposo. A questo proposito una ricerca dell’Università di Harvad ha mostrato che la luce emessa da e-book, dal tablet e dallo smartphone altera il sistema di rilascio dell’ormone che regola il sonno, la melatonina.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Una volta che il sonno avviene in modo irregolare, il sonno REM ne viene perturbato. Il sonno REM è quello deputato alla formazione dei ricordi e l’insonnia leggera può incidere su di essi, secondo una ricerca canadese e svizzera. È bene anche non mangiare molto prima di andare a dormire ed è meglio se si consuma il pasto due o tre ore prima del sonno.

Qualche valido consiglio per addormentarsi senza difficoltà. Leggere per dormire

Bisogna dire che a letto ci si dovrebbe andare dopo una giornata di attività. Arrivare a fine giornata che si avverte l’esigenza fisica di riposare. Per facilitare il sonno, si potrebbe leggere un libro, un libro cartaceo intendiamo. La lettura, magari non di romanzi di terrore, aiuta a conciliare il sonno.

Rilasciare la tensione con un semplice esercizio

A sera, forse non ce ne accorgiamo, portiamo a letto la tensione di una giornata di lavoro. Per liberarsi da questa tensione, prima di coricarsi si possono eseguire tre profonde respirazioni, che aiutano il rilassamento.

Poi ci corichiamo e controlliamo la tensione in qualche parte del corpo. Se per caso stiamo serrando i denti e se i muscoli della mascella sono in tensione, allora li rilasciamo gradualmente.  Ora verifichiamo se i nostri occhi sono anch’essi in tensione. Rilasciando la mascella si comincia a rilassare anche il collo. E rilassando gli occhi, si rilassano anche la fronte e il capo.

Poi stesi sul letto supini, divarichiamo un po’ le gambe e le braccia e rilasciamo il nostro corpo, lentamente. La respirazione si fa tranquilla e seguiamo i nostri pensieri che, piano piano, si trasformeranno in sogni. E buona notte!

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te