Qual è la migliore marca di caffè per moka al supermercato?

Non c’è che dire: il caffè, soprattutto nel nostro Paese, è una cosa seria. È uno dei momenti di piacere per eccellenza, al quale difficilmente riusciamo a rinunciare. Spesso lo si sorseggia in compagnia al bar, il più delle volte con una moka comodamente a casa (qui al link ne illustriamo i segreti). Ma qual è la migliore marca di caffè per moka al supermercato? Scopriamolo insieme.

La macinatura del caffè

Quando parliamo di caffè per la moka, il più delle volte il riferimento è a quello in polvere. Spesso si tratta di ragioni di comodità: acquistarlo in questo formato significa non doverlo macinare ogni volta. Tuttavia, teniamo presente che il caffè macinato ha già perso gran parte dell’aroma che lo caratterizza. Diventa allora determinante, una volta aperta la confezione, conservarlo al meglio. Poniamoli in recipienti a chiusura ermetica, in luogo fresco e asciutto.

Quando saremo al supermercato, prestiamo attenzione all’etichetta che rivela il grado di macinatura. Lo spessore della polvere è importante in quanto da esso dipenderà il risultato finale. Il processo di polverizzazione dei chicchi tostati può essere fine, media o grossa. Dunque si tratta di un elemento da cui dipenderà l’aroma, il gusto, la consistenza del caffè. Ma anche il tempo, la quantità e la qualità dell’estrazione del caffè, quando attraversato dall’acqua. Per un caffè fatto con la moka, staremo attenti a scegliere una marca, la cui miscela sia a macinatura media.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

La fase di torrefazione e la tostatura da non sottovalutare

I chicchi di caffè nascono con un colore verde e diventano bruni grazie al processo di torrefazione. Durante questa fase, i chicchi subiscono una temperatura elevata, per far in modo che possano sprigionare il classico aroma del caffè. Questo processo inoltre fa perdere l’umidità e il peso dei chicchi che, nel contempo,  aumentano di volume. Tempi e livello di temperatura influenzano, sia il gusto, che l’aroma del caffè.

Ad ogni modo diciamo anche che la tostatura scura permette talora di nascondere i difetti e di includere nella macinatura anche chicchi non proprio perfetti. L’aroma del caffè, in questo caso, è più strong, verso il tostato, l’amaro. Risulta però essere  più piatto e i caffè cosi ottenuti costano anche di meno. Senza considerare infine che in essi si rischia a volte di ritrovare l’acrilammide, che è una sostanza non proprio salutare per l’organismo.

La tostatura media e lenta invece fa venire fuori un aroma più complesso e più ricco, con sentori floreali, di frutta secca, di caramello e di cacao. Inoltre sarebbe molto difficile riuscire a coprire, con questa tostatura, eventuali difetti. Questi, infatti, verrebbero facilmente smascherati perché il caffè risulterebbe imbevibile.

Quale caffè per moka scegliere quando andiamo a fare spesa

Dunque qual è la migliore marca di caffè per moka al supermercato? Quando andiamo a fare spesa, sono da preferire i caffè e quelle marche con tostatura media e lenta, rispetto alle tostature scure, rapide e spinte. Il caffè da tostatura delicata, invece, è meno diffuso; ha una certa acidità e caratteristiche organolettiche vicino ai chicchi verdi. Possono essere apprezzati solo se si è esperti e con un palato addestrato.

In ogni caso, in generale troveremo ottimi caffè con queste caratteristiche sia tra i marchi più conosciuti, sia tra quelli meno pubblicizzati e/o a un prezzo più basso.

Quale è la miscela per individuare la migliore marca di caffè per moka al supermercato?

La qualità Robusta viene coltivata, fino a 600 m di altitudine, il caffè che ne deriva è più ricco di caffeina e tende ad essere più amaro. La specie Arabica viene prodotta ad altitudini maggiori ed è più diffusa. Il caffè che ne deriva è meno amaro e più aromatico. In questo caso, per scegliere il caffè al supermercato non si tratta tanto di saper riconoscere la qualità, tanto invece di soddisfare i propri gusti.

Il prezzo e in ultimo l’olfatto che non sbaglia mai

Ma allora come scoprire qual è la migliore marca di caffè per moka al supermercato? Per quanto preparare il caffè a casa costerà sicuramente meno che gustarlo al bar, una confezione di caffè di qualità non potrà costare pochissimo. È un fatto di domanda e offerta. Il caffè è, insieme al te’, la bevanda più richiesta e consumata al mondo. Viene però prodotta in pochissimi Paesi, e in quantità sempre minori anche per via dei mutamenti climatici.

Infine, utilizziamo l’olfatto per aiutarci a rispondere alla domanda: qual è la migliore marca di caffè per moka al supermercato? Mettiamo il naso nella confezione appena aperta: un eventuale odore di tappo è sintomo della presenza di muffe. Questo è dovuto alla presenta del TCA, una molecola più diffusa, a dire il vero, nella qualità Robusta, perché prodotta in Paesi con un clima più caldo e umido.

Ecco dunque illustrato qual è la migliore marca di caffè per moka al supermercato.

Consigliati per te