Qual è il materiale indispensabile per l’economia moderna?

C’è un materiale più importante degli altri nella nostra società. Usato veramente per molte cose, ubiquo e indispensabile per lo sviluppo della società economica del futuro. Qual è il materiale indispensabile per l’economia moderna? Si tratta di qualcosa che è presente nella gran parte di ciò che costituisce la nostra vita moderna. Dalle apparecchiature elettriche alla gioielleria, le applicazioni di questo materiale sono molto diffuse, e cresceranno ancora nel futuro.

Qual è il materiale indispensabile per l’economia moderna?

La risposta è semplice. Si tratta del rame. Il rame serve per costruire infrastrutture. Più del 40% di tutto il rame viene utilizzato in questo settore. Il rame è utilizzato sui tetti per la sua resistenza al vento e per l’appeal visivo. Nelle tubature dei sistemi di riscaldamento per la sua conduttività termica. Ed ovviamente come materiale di cablaggio nelle infrastrutture elettriche, per la generazione, trasmissione, distribuzione ed il consumo di energia elettrica.

L’industria dei trasporti usa il rame per la sua alta conducibilità, resistenza alla pressione e duttilità. Pensate che un Boeing 747-200 contiene quasi 193 km di cavi di rame, ed un’auto di media cilindrata circa 1,6 km. Le leghe di rame sono utilizzate nella costruzione dei carrelli di atterraggio degli aerei grazie alla capacità del metallo di sopportare alte pressioni. Il rame è anche usato nei motori elettrici per la sua efficienza, che risulta in una maggiore potenza e, quindi, in distanze percorribili più lunghe. Il rame è anche utilizzato per costruire radiatori delle auto che siano più leggeri, più piccoli e più economici. Infine, è usato nei cavi dei freni, grazie alle sue caratteristiche anti corrosive e di resistenza alla pressione.

Il rame è anche essenziale per la sanità, e le sue applicazioni nel settore continuano a crescere. Solo negli Stati Uniti sono state registrate più di 500 leghe antimicrobiche a base di rame, per gli usi più disparati. Uno di questi è ricoprire le superfici delle maniglie e dei corrimano; in questo modo il 99,9% dei batteri viene eliminato entro 2 ore. Si è scoperto da tempo, poi, che il rame è estremamente utile anche nell’alimentazione. I dietisti, infatti, consigliano l’assunzione di almeno 1-2 mg di rame al giorno, di solito attraverso integratori in forma di pasticche.

Indispensabile anche in altri settori

In quello della gioielleria, è usato grazie alla sua resistenza ed appeal estetico. Nel primo caso, rende più resistenti oro e argento. Il famoso oro 18K, infatti, è composto per il 75% di oro, il 15% di argento e il 10% di rame. E molte monete di uso comune sono fatte di di leghe a base di rame (infatti sono chiamate popolarmente “ramini”). La ragione è la resistenza, visto che le leghe copper-nichel non arrugginiscono. Ma anche la conducibilità elettrica, utilissima per impedire frodi quando le leghe di rame sono usate per produrre monete di conio superiore ai ramini.

In quello delle costruzioni, pensate che in una normale casa unifamiliare sono contenuti, tra tubature ed altre strutture, e negli apparecchi elettrodomestici, circa 200 kg di rame. E, come se non bastasse, il rame non può mancare negli indispensabili, ormai, strumenti della vita quotidiana. Un iPhone, per esempio, contiene 15 g di rame.

E nel futuro? Il rame sarà fondamentale anche nella transizione energetica che stiamo vivendo, e che diventerà sempre più pronunciata. Il rame si trova e si troverà sempre di più sia nelle centrali eoliche che in quelle solari. E per quanto concerne le auto elettriche, nel 2030 ci vorranno più di 250.000 tonnellate di questo metallo solo per questa industria. E poi il rame è riciclabile quasi all’infinito. Riciclarlo costa il 90% in meno che estrarlo, e la qualità del materiale non viene persa nel riciclo.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te