Può un titolo sottovalutato del 30% essere diretto verso i suoi minimi storici? Il caso RCS MediaGroup

Può un titolo sottovalutato del 30% essere diretto verso i suoi minimi storici? Nel caso di RCS MediaGroup evidentemente sì. Le azioni, infatti, da un lato presentano una forte sottovalutazione, dall’altro l’andamento in Borsa non induce certo all’investimento.

Le raccomandazioni degli analisti danno un prezzo obiettivo medio che esprime una sottovalutazione del 26%. Tuttavia, il consenso medio è Hold. Per cui cc’è una prudenza di fondo che anche negli analisti non induce all’investimento.

La sottovalutazione riappare anche quando si vanno a confrontare tra loro il fair value di RCS MediaGroup e le attuali quotazioni. In questo caso parliamo di una sottovalutazione del 35% circa. Anche la valutazione basata sui multipli degli utili da’ risultati simili. RCS MediaGroup, infatti, presenta un PE pari a 6 che va confrontato con quello del settore di riferimento pari a 14,1.

Punti di forza di RCS MediaGroup

  • Il titolo, che attualmente vale da 2020 a 0,76 volte le sue vendite, è chiaramente sopravvalutato rispetto ai concorrenti.
  • Il prezzo target medio fissato dagli analisti che coprono il titolo è superiore ai prezzi attuali e offre un enorme potenziale di apprezzamento.

Punti di debolezza di RCS  MediaGroup

  • Come stimato dagli analisti, questo gruppo è tra le aziende con le più basse prospettive di crescita.
  • Le previsioni di vendita della società per i prossimi anni sono state riviste al ribasso, il che fa presagire un altro rallentamento del business.

Analisi grafica e previsionale

RCS Mediagroup (MIL:RCS)  ha chiuso la seduta del 19 giugno a 0,631€ in ribasso dello 0,47% rispetto alla seduta precedente.

Può un titolo sottovalutato del 30% essere diretto verso i suoi minimi storici? Secondo l’analisi grafica e previsionale sì e per comprendere basta guardare il grafico riportato qui di seguito.

La proiezione in corso sul time frame giornaliero è ribassista e da un po’ di sedute oscilla tra il supporto fornito dal I° obiettivo di prezzo in area 0,6014€ e la resistenza in area 0,6488€.

Una chiusura giornaliera inferiore a 0,6014€ aprirebbe le porte a una discesa fino al II° obiettivo di prezzo in area 0,4758€ e a seguire fino in area 0,3511€ (III° obiettivo di prezzo). In questo caso verrebbero aggiornati i massimi storici che attualmente si trovano in area 0,35€.

Viceversa, una chiusura superiore a 0,6488€ farebbe scattare la potenziale inversione rialzista che ci concretizzerebbe con chiusure giornaliere superiori a 0,6782€.

RCS Media Group

RCS Media Group: proiezione ribassista in corso sul time frame giornaliero. La linea blu rappresenta i livelli di Running Bisector; la linea rossa i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione.

Approfondimento

Approfondimenti sul titolo RCS Media Group sono disponibili qui.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te