Puntare sul titolo Franchi Umberto Marmi sottovalutato del 55% oppure meglio attendere?

I mercati azionari internazionali sembrano essere avviati ad una fase correttiva e questa potrebbe durare anche per diverse settimane e per diversi punti percentuali. Frattanto ci chiediamo se è il momento di puntare sul titolo Franchi Umberto Marmi sottovalutato del 55% oppure meglio attendere. Infatti, il titolo (MIL:FUM), oggi ha chiuso in rialzo dell’1,78% a 8,60. Da inizio anno ha segnato il minimo a 8,05 ed il massimo a 9,15. Nel 2020 invece, il minimo è stato a 6,80 ed il massimo a 9,90.

Analisi di bilancio

La società che capitalizza in Borsa circa 251 milioni di euro, opera nel settore dell’estrazione e fornitura marmi.

Si prevede che i guadagni cresceranno dell’8,75% all’anno.

I ricavi sono cresciuti del 5,6% nell’ultimo anno.

Le raccomandazioni degli altri analisti (2 giudizi) stimano un prezzo obiettivo a 9,65 per azione. Siamo andati ad analizzare e studiare i bilanci degli ultimi 4 anni e giungiamo al calcolo di un prezzo di fair value intorno a 13,29.

Questo livello di sottovalutazione è un indicatore affidabile da farci comprare subito il titolo?

I nostri studi delle serie storiche ci fanno ritenere che un titolo vada comprato quando si abbina sottovalutazione ad un pattern rialzista dei grafici e vada venduto quando ci sia sopravvalutazione e tendenza ribassista.

Studio dei grafici e strategia di investimento

Puntare sul titolo Franchi Umberto Marmi sottovalutato del 55% oppure meglio attendere? Il titolo è stato quotato a Piazza Affari nell’anno 2018 al prezzo di 9,61 e da quel momento ha segnato un minimo a 6,80 ed un massimo a 9,90. Dove sono dirette adesso le quotazioni? Il bottom è stato segnato oppure il ribasso non è ancora terminato?

Il segnale odierno non può essere ravvisato come un segnale di acquisto e di allentamento delle recenti tensioni ribassiste. Per il momento il nostro Ufficio Studi ha inserito il titolo nella watchlist ma preferiamo attendere segnali più convincenti prima di iniziare a raccomandare degli acquisti sia di breve che di medio lungo termine.

Il nostro giudizio pertanto è di attendere sviluppi nonostante la sottovalutazione in corso.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te