Pulire il naso ai neonati. Lavaggi nasali come e quando farli

Pulire il naso ai neonati è un’operazione delicata, che ha bisogno di cura e informazione. Il lavaggio nasale ha lo scopo di igienizzare il nasino, rimuovere le piccole croste che si formano e far defluire il muco in eccesso.

Il lavaggio del naso, in presenza di raffreddore, agevola la cura del bambino che ancora non riesce a soffiarsi il naso.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera

Quando devono essere fatti i lavaggi nasali

Ci sono dei momenti che sono più adatti di altri per pulire il naso dei neonati:

  • prima della poppata, perché durante l’alimentazione il bimbo respira esclusivamente con il naso e mantenere le narici libere è fondamentale;
  • oppure prima della nanna, per favorire la respirazione durante la notte.
  • prima della terapia con aerosol, i lavaggi sono utili, per sgombrare le narici e aumentare l’assorbimento della terapia.

Come fare i lavaggi nasali

Nei bambini sotto i due anni è consigliato usare siringhe (senza ago) da 2,5 a 5 ml, riempite con una soluzione salina.

In caso di terapia continuata, potrebbe capitare di ritrovarsi in situazioni scomode durante l’applicazione.

Per questo motivo i flaconcini monouso possono essere utili, anche se esercitano una minore pressione rispetto alle siringhe.

Procedura

Come prima cosa, avvolgere il neonato in un lenzuolino per evitare movimenti bruschi.

La soluzione salina deve essere a temperatura ambiente, se si è in inverno quindi è bene intiepidirla. Riempire la siringa e mettere il neonato in posizione supina con la testa girata di lato. Immettere il beccuccio nella narice, se il bimbo è girato verso destra la soluzione andrà nella narice sinistra. Prima di fare pressione sullo stantuffo, puntare la siringa in direzione dell’orecchio corrispondente alla narice.

Se la procedura viene eseguita correttamente, il composto fuoriuscirà dall’altra narice. Una volta effettuata l’operazione, asciugare il nasino del neonato con un fazzoletto e tranquillizzarlo.

Quando il bimbo sarà calmo, girare la testa nell’altro verso e ripetere la procedura.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te