Prysmian affossata dai conti, ma per gli analisti è BUY

Prysmian (PRY) ha chiuso la seduta del 15 novembre a 16,595€ con un ribasso del 5,12% pagando dazio ai dati trimestrali diffusi dalla società.

Dati Trimestrali per il titolo Prysmian

I primi nove mesi del 2018 si sono chiusi con un risultato netto pari a 183 milioni di euro, in flessione del 5,7% rispetto al 2017. I ricavi pari a 7.293 milioni, includono anche quelli General Cable e registrano su base organica una crescita del 3,8%.

Il gruppo ha confermato i target di redditività per l’intero anno fiscale con un EBITDA rettificato full combined poco sotot la media del range tra 860 e 920 milioni di euro.

La nuova commessa da 33 milioni di euro a Singapore (MilanoFinanza)

Prysmian ha, infatti, acquisito dall’utility SP Power Assets Ltd una commessa del valore di 33 milioni di euro per la progettazione, fornitura, installazione e collaudo di due sistemi in cavo ad alta tensione per la trasmissione di energia tra le sottostazioni di Rangoon e Paya Lebar a Singapore.

Prysmian fornirà anche un sistema di monitoraggio della rete che utilizza la tecnologia proprietaria PRY-CAM. La soluzione consiste in un sistema di monitoraggio fisso PRY-CAM Grids per l’acquisizione, l’elaborazione e la classificazione di parametri elettrici e rilevamenti di temperatura per l’identificazione di scariche parziali (PD-Partial Discharge) in remoto su sistemi trifase di rilevanza strategica.

Il giudizio degli analisiti su Prysmian

Dopo i conti dei primi nove mesi presentati ieri molte investment bank hanno tagliato i prezzi obiettivo, ma hanno mantenuto per la maggior parte giudizi positivo sulla società che potrà beneficiare delle sinergie derivanti dall’acquisizione di General Cable. Dai report emerge piena fiducia sulle qualità del management, ma la consapevolezza che l’economia globale correrà meno d’ora in poi.

Per Mediobanca  Securities Prsmyan merita un giudizio outperform, ma il target price passa da 27,5€ a 24,6€.

Banca Akros riduce il prezzo obiettivo da 27,4€ a 26,5€, ma mantiene il giudizio accumulate.

JP Morgan ha limato il target price da 28€ a 26,5€, confermando outperform.

Per Equita  il giudizio è hold e il prezzo obiettivo scende da 25€ a 22,5€.

Analisi tecnica di Proiezionidiborsa

Alla chiusura del 25 ottobre mettevamo in guardia dai facili entusiasmi sul titolo. Scrivevamo, infatti, Prysmian scatta al rialzo spinta dal limite invalicabile, leggi tutto:

Le quotazioni, infatti, hanno continuato al ribasso andando a raggiungere il III° obiettivo di prezzo in area 16,35€. Il rialzo del 25 ottobre è da interpretare come una reazione scontata al raggiungimento del “limite invalicabile” della proiezione ribassista. Questo rialzo può ora continuare fino in area 18,4€ (linea tratteggiata) dove si decideranno le sorti di breve periodo.

Il raggiungimento di are 18,4€ ha provocato una nuova inversione ribassista che ha spinto le quotazioni verso l’importantissimo supporto in area 16,35€ che ha brillantemente resistito alla spinta ribassista.

A questo punto diventa cruciale, per una definizione chiara della tendenza, la rottura o di area 16,35€ oppure di area 18,4€. Monitorare con attenzione questi due livelli.

Prysmian: proiezione ribassista in corso sul time frame giornaliero

Prysmian: proiezione ribassista in corso sul time frame giornaliero

Prysmian affossata dai conti, ma per gli analisti è BUY ultima modifica: 2018-11-16T07:59:08+00:00 da redazione
Opera sui Mercati con XM
Opera sui Mercati con XM



Le Fonti TV

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.