Proviamo ad aggiungere un pizzico di timo quando cuciniamo i legumi e rimarremo a dir poco stupiti dal risultato

Giorno dopo giorno impariamo sempre di più come funziona e come lavora il nostro corpo. D’altronde ognuno di noi è diverso, e quindi alcune cose le possiamo scoprire solamente attraverso l’esperienza. Prendiamo come esempio la dieta alimentare che seguiamo, e dunque tutti i cibi che decidiamo di assumere quotidianamente. Sebbene la scienza e la medicina ci indichino quali siano salutari e quali no, sta poi ad ogni individuo vedere quali digerisce meglio il proprio corpo. E quali invece, per un motivo o per un altro, faticherà a tollerare.

Una sensazione spiacevole

Non ci riferiamo solamente alle intolleranze alimentari, che per quanto interessino moltissime persone hanno dei sintomi e dunque dei campanelli d’allarme riconoscibili. Quanto piuttosto alle sensazioni spiacevoli che siamo soliti sperimentare nel momento in cui abusiamo, o semplicemente assumiamo, determinati alimenti. Prendiamo ad esempio i legumi. E di come molti preferiscano eliminarli del tutto dalla propria dieta alimentare per non sperimentare il fastidioso gonfiore addominale. Eppure, prima di gettare la spugna, potremmo tentare delle tecniche in grado di risolvere questo particolare inconveniente. Infatti proviamo ad aggiungere un pizzico di timo quando cuciniamo i legumi e rimarremo a dir poco stupiti dal risultato.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Un ottimo aiuto

Sentiamo dire spesso che i legumi sono una delle cause del gonfiore. Sebbene sia vero solo per alcuni soggetti, non è un’affermazione del tutto sbagliata. Effettivamente la fermentazione di alcuni zuccheri presenti in quest’ultimi può provocare una sensazione di gonfiore. Nonostante ciò, prima di eliminarli completamente dalla lista dei propri alimenti preferiti ed evitare di mangiarli, consigliamo di tentare questo metodo. L’efficacia e la semplicità di esecuzione potranno sorprenderci non poco. Infatti proviamo ad aggiungere un pizzico di timo quando cuciniamo i legumi e rimarremo a dir poco stupiti dal risultato.

Esattamente un pizzico di timo. Questa è la quantità che serve per rendere i legumi più digeribili e abbassare, se non abbattere, le chance che possa provocarci questa reazione indesiderata. Come è possibile? Semplice. Il timo, essendo un’erba aromatica dalle mille proprietà benefiche, presenta anche una capacità carminativa ed epatoprotettiva non indifferente. In parole povere, protegge lo stomaco e aiuta tutto l’apparato digerente a lavorare meglio e più velocemente. Di conseguenza, l’aggiunta di questa pianta aromatica alla ricetta della mousse di ceci o delle lenticchie potrebbe rivelarsi la soluzione al problema che in tanti cercavano.

Consigliati per te