Proteggerebbe dal Parkinson e il cuore tenendo a bada il colesterolo ma questa miscela è anche a prova di freddo per la pelle

Sembra incredibile quante false notizie ci siano in giro sull’alimentazione. Una di queste coinvolge il caffè, rispetto al quale si dice che sia uno dei responsabili dell’aumento della pressione sanguigna. A smentire questa notizia ci pensa la Fondazione Veronesi, la quale sostiene che solo nel breve periodo questo può accadere ma se assumiamo caffè entro un certo limite e costantemente, l’organismo lo riconosce e sviluppa una sorta di protezione dallo sviluppo dell’ipertensione.

Sempre la Fondazione sostiene altre due importanti tesi. La prima è che la caffeina, grazie al suo effetto stimolante del sistema nervoso centrale, contribuirebbe a proteggere dal Parkinson. La seconda è la correlazione tra caffeina e colesterolo.

La Fondazione afferma che il caffè non filtrato potrebbe aumentare il colesterolo cattivo. In sostanza, si dovrebbe prediligere il caffè espresso piuttosto che quello non filtrato, ma possibilmente limitare il consumo a 3/4 tazzine in modo tale da tenere sotto osservazione i livelli di colesterolo. Anche con questo frutto che sta spopolando e famoso contro problemi gastrointestinali potremmo ridurlo.

Un altro alimento che consumiamo ogni giorno è l’olio extra-vergine d’oliva. Come sostiene Humanitas, quest’ultimo è ricco di antiossidanti che sembrerebbero capaci di contrastare i problemi cardiovascolari, dovuti all’aumento del colesterolo cattivo.

Infatti, l’olio potrebbe influenzare i grassi nel sangue e l’ossidazione dei lipidi cosiddetti LDL. Quindi, da ciò si deduce che assumendo sia il caffè che l’olio EVO il nostro organismo ne trarrà benefici, facendo attenzione a non eccedere e mantenendoci sulle giuste quantità.

Per questo motivo, sarebbe opportuno consultare il proprio medico di fiducia. Eppure, non solo proteggerebbe dal Parkinson e il cuore tenendo a bada il colesterolo ma questa miscela è anche a prova di freddo per la pelle.

I benefici sulla pelle

In giornate come queste, dove il freddo si fa sentire, la pelle potrebbe risentirne. Se appare spenta, secca, squamata potrebbero essere diverse le cause, oltre al freddo. Per esempio, potrebbe essere anche per una scorretta idratazione.

In questo potrebbero aiutarci le creme idratanti, chiamate così perché, appunto, la loro funzione è quella di donare la giusta idratazione affinché la pelle risulti elastica e morbida. Ma oltre alla crema, anche il caffè e l’olio d’oliva potrebbero aiutare la pelle.

L’olio sulla pelle, infatti, funge da emolliente mentre il caffè in polvere applicato sulla pelle favorirebbe la circolazione sanguigna, andando così a riscaldare la parte. Oltre a questo, stimolerebbe la riduzione dei grassi adiposi accumulati.

Proteggerebbe dal Parkinson e il cuore tenendo a bada il colesterolo ma questa miscela è anche a prova di freddo per la pelle

La miscela che spiegheremo, ovviamente, è da applicare sulla pelle per idratarla e riscaldarla. Per quanto riguarda le proprietà del caffè e dell’olio, si riferiscono alla loro consumazione.

In ogni caso, questi due ingredienti sono spesso utilizzati nel campo della cosmetica, per cui alla crema idratante aggiungiamo due cucchiai di caffè e due di olio EVO e mescoliamo. Massaggiamo gambe e polpacci con questa crema e chiudiamo per un miglior effetto con pellicola trasparente per circa mezz’ora. Sciacquiamo sotto la doccia.

Approfondimento

Quest’ortaggio ricco di antiossidanti e vitamina K non solo aiuterebbe la salute del cuore ma rafforzerebbe anche le ossa

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te