Prosciutto e melone si possono servire a tavola come antipasto assieme alla mozzarella ma anche in questa variante alternativa

L’estate porta con sé un’abbondanza di prodotti ortofrutticoli gustosi da sfruttare nella nostra alimentazione. Tante le verdure, ma soprattutto numerosa è la frutta di questo periodo.
Frutta da consumare sotto forma di spuntini pomeridiani, ma anche per preparare frullati, dolci nonché veri e propri pasti.

Ad avere una particolare dominanza in tutte le case è però un prodotto in particolare, il melone. Un classico estivo che non può mancare. Soprattutto perché consacrato dal classico abbinamento col prosciutto crudo, affiancato spesso poi anche dalla mozzarella.

Un trio di sapori che si lega alla perfezione fino a formare uno degli antipasti più famosi di sempre.

Ingredienti

Prosciutto e melone si possono servire a tavola come antipasto, ma sono ingredienti che si sposano così bene assieme da potersi impiegare anche per altro.

Provando nuove ricette che li annoverano tra gli ingredienti, non rinunceremo al loro gusto squisito, bensì scopriremo che funzionano bene anche in altri modi. Infatti, possiamo usarli per preparare un primo piatto davvero appetitoso senza tralasciare neanche la mozzarella, loro compagna.

Si tratta di un piatto di pasta sia caldo, che freddo, al pari di qualche altra insalata di pasta originale senza tonno e pomodorini.

Ci serviranno:

a) 320 g di paccheri;

b) 250 g di mozzarella;

c) 400 g di melone;

d) 150 g di prosciutto crudo:

e) sale;

f) olio extravergine di oliva.

Prosciutto e melone si possono servire a tavola come antipasto assieme alla mozzarella ma anche in questa variante alternativa

Come prima cosa, tagliamo 200 g di mozzarelle a pezzetti. Inseriamo nel mixer assieme a 100 g di melone e un paio di cucchiai di olio. Tritiamo, fino ad ottenere una crema omogenea. Mettiamo da parte il composto ottenuto.

A questo punto, tritiamo col mixer 50 g di mozzarella e 300 g di melone: otterremo così un’altra crema che fungerà da condimento.

Tagliamo il prosciutto crudo per ricavarne delle striscioline. Dopodiché soffriggiamo velocemente in una padella con olio. Dovrà diventare leggermente croccante.

Mettiamo, quindi, sul fornello una pentola colma d’acqua e, raggiunta l’ebollizione, saliamo e caliamovi i paccheri. Scoliamo i paccheri, una volta passato il tempo di cottura, e lasciamoli raffreddare qualche minuto.

Prendiamo un piatto da portata e stendiamovi un po’ della seconda crema ottenuta. Sopra vi collocheremo i paccheri in verticale. Riempiamo dunque i paccheri con la seconda crema, servendoci di una sac a poche o di un cucchiaino.
Completiamo irrorandovi sopra la parte avanzata della seconda crema e guarnendo col prosciutto crudo.

Giunti a questo punto possiamo portarli in tavola e mangiarli oppure porli a raffreddare in frigorifero. In ambedue i casi ci si leccherà le dita e si scoprirà un nuovo modo per assaporare una combinazione classica, in una veste tutta nuova.

Lettura consigliata

Per assumere i semi di lino al mattino, ideali a colazione questi muffin leggeri come una nuvola e dal cremoso cuore di frutta

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te