Proroga validità di revisione e patente scaduta fino a queste date per il Parlamento Europeo

Il Parlamento Europeo conferma una nuova proroga per la validità di revisioni, CQC e patenti scadute per un periodo pari a 10 mesi. Il provvedimento si aggiunge al precedente Regolamento n. 698/2020 che offriva una proroga per i periodi compresi tra febbraio e agosto 2020. Con la nuova decisione i termini si spostano ancora più avanti nel calendario e concedono una estensione della validità su alcuni documenti. Vediamo come funziona la proroga validità di revisione e patente scaduta fino a queste date per il Parlamento Europeo e quali periodi include.

In quali casi sono applicabili i rinvii

La perdurante pandemia causata dal Covid-19 pone la necessità di una ulteriore proroga sulla validità di alcuni documenti e controlli che interessano moltissimi automobilisti. Con il Regolamento n. 267/2021 l’Unione Europea ha stabilito i nuovi termini di proroga della validità per patenti, CQC, revisioni e altre pratiche automobilistiche scadute.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Il Regolamento

La misura è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale Europea del 22 febbraio 2021 e diventa applicativa dal 6 marzo 2021. La conferma arriva anche dalla circolare del 1° marzo 2021 prot. 7203 del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili che si adegua al dettame. Il Regolamento stabilisce che: le scadenze che si collocano nel periodo tra il 1° settembre 2020 e 30 giugno 2021 potranno beneficiare della proroga validità fino a 10 mesi. Tale decisione si applica anche in maniera retroattiva fino a coprire i periodi di scadenza che partono dal 1° settembre 2020.

Per quanto riguarda le patenti di guida, esse ricevono una proroga di 10 mesi a partire dalla naturale scadenza. Lo stesso vale per le attività che interessano i titolari della CQC, ossia la Carta di Qualificazione del Conducente. Nel caso in cui si avesse già beneficiato della precedente proroga presente nel Regolamento n. 698/2020 che succede invece? Per le patenti ed i CQC si potrà ottenere un ulteriore rinvio di sei mesi al massimo e non oltre il 1° luglio 2021. Diventa dunque ufficiale la proroga validità di revisione e patente scaduta fino a queste date per il Parlamento Europeo.

Nel caso delle revisioni, il rinvio interessa quelle da svolgersi tra il 1° settembre 2020 e il 30 giugno 2021. In questo caso, ci si può avvalere della proroga di validità del certificato per ulteriori 10 mesi dalla data di scadenza. In deroga all’art. 8 della direttiva UE/45/2014 e all’allegato II, punto 8, le regole applicative seguono dunque questi vincoli. Ulteriori proroghe interessano anche i cronotachigrafi e le carte tachigrafiche come precisa il Regolamento.

Proroga validità di revisione e patente scaduta fino a queste date per il Parlamento Europeo: come si calcola il periodo di proroga?

Che significa quanto abbiamo sino ad ora illustrato? Facciamo un esempio pratico in maniera da capire come si calcola il periodo di proroga del quale si può eventualmente beneficiare. Immaginiamo il caso del Sig. Carlo la cui patente risulti in scadenza al 30 di marzo 2021. In base a quanto prevede il Regolamento europeo, Carlo potrebbe esercitare la facoltà di copertura di validità per ulteriori 10 mesi dalla scadenza della patente.

Tale regola si ritiene applicabile esclusivamente all’interno degli Stati membri. A tal proposito, è utile ricordare che ciascuno Stato membro ha la facoltà di non fruire delle proroghe dando informativa alla Commissione Europea. In casi simili, però, esso avrà l’obbligo di riconoscere al suo interno le proroghe che applicano gli altri Paesi relativamente al nuovo Regolamento. Ecco dunque come funziona la proroga validità di revisione e patente scaduta fino a queste date per il Parlamento Europeo.

Approfondimento

Pesanti multe fino a 647 euro e sospensione della patente per gli automobilisti che non rispettano questa norma

Consigliati per te