Profondo rosso sui mercati. Unica speranza la BCE

Non solo il segno meno ovunque, ma anche la paura che il Covid stia attuando la sua vendetta su tutte le economie mondiali. Infatti se dagli Usa arrivano notizie sempre più allarmanti per gli aiuti all’economia, in Europa la situazione sociale è incandescente. Nel primo caso Washington deve fare i conti con i tempi sempre più contingentati: l’intesa sul pacchetto di finanziamenti al mondo dell’economia è in alto mare e difficilmente si potrà trovare un accordo prima delle elezioni della prossima settimana. Da parte sua, invece, l’Europa vede lo spettro dei lockdown nazionali farsi sempre più concreto.

La BCE e le attese degli operatori

In tutto questo, si vede un profondo rosso sui mercati. Unica speranza la BCE. Infatti la Banca Centrale Europea si riunirà domani come da calendario. Ma ovviamente l’atmosfera che si respira, oltre al fatto che per novembre non sono previste altre riunioni, daranno un significato diverso ad ogni parola che Christine Lagarde, numero uno della BCE, pronuncerà. Intanto, su un’inflazione vista in ritirata nuovamente, già si parla di interventi espansivi per dicembre. Sarà infatti solo verso la fine dell’anno che si potrà avere un quadro più completo della seconda ondata di Covid che sta falcidiando l’economia mondiale. E su questo quadro sarà poi possibile intervenire. Ma le notizie di cronaca riferiscono di prestiti alle imprese che iniziano a diminuire soprattutto per via degli effetti deleteri delle misure di contenimento dell’epidemia.

Che aspetti? Scopri il trading coi CFD con iBroker
con una demo gratuita con dati in tempo reale e perfettamente funzionante

Provala subito!

I listini internazionali

Niente da fare per il Vecchio Continente. Già dalle prime battute si era intuito, in mattinata, che la giornata sarebbe stata difficile per tutti. La conferma si sta avendo proprio in queste ore. Alle 15.35 il Dax di Francoforte perde oltre il 4%, il Cac 40 di Parigi il 3,65% e il Ftse 100 il 2,9%. Intanto il Ftse Mib italiano arriva a -3,25%. Profondo rosso sui mercati anche statunitensi. In apertura il crollo è palese con un -3% circa su tutti e tre i listini maggiori. S&P 500 e Dow a -2,9% mentre il Nasdaq (NASDAQ:NSDX) arriva oltre il -3%.

Gli eventi più importanti nel calendario macroeconomico

Agli orari prefissati si può consultare il calendario economico per leggere l’esito dei dati macroeconomici pubblicati. I dati più interessanti di oggi riguardano soprattutto i prezzi alla produzione italiani di settembre: -3,1% contro il precedente dato di -3%.

Consigliati per te