Profondo rosso, se…di Gianluca Braguzzi

L’apertura molto debole conferma le perplessità che avevamo descritto ieri sera sul rimbalzo , tanto più contornato da una serie di dati sulla produzione per nulla incoraggianti. E’ incredibile che su alcuni siti di informazione sia uscito un presunto dato ISTAT in aumento quando i dati ufficiali usciti vedono un calo, non solo rispetto alle attese (che possono essere comunque talvolta fuorvianti) ma anche rispetto al valore assoluto precedente.
Nulla di buono dunque.
E infatti, tornando, a parlare di mercati, sarà proprio il nostro FIB oggi a fare da driver. Se sarà rivolto a una tenuta, anche il resto dei listini tenderà a risalire, magari per focalizzarsi su una seduta volatile ma in range. Se viceversa il nostro listino dovesse di nuovo riprendere a fare da zavorra e, rotti eventualmente i minimi, non essere in grado di risalire velocemente, potrebbe scatenarsi una nuova ondata di panico.
lo ribadiamo, è necessaria grande cautela: sui LONG per lo scenario descritto e sempre instabile, sugli short perché, visti i livelli raggiunti, qualche improvvisa mossa straordinaria o anche solo dichiarazione, potrebbe portare velocemente a un nuovo rimbalzo.
Un consiglio: farsi Guidare dai segnali del Blog Riservato di Proiezionidiborsa!
I risultati delle previsioni presenti in questo articolo si basano su calcoli statistici spiegati negli ebook pubblicati da ProiezionidiBorsa ed elaborati sulla base dello storico dei prezzi a disposizione. (Ricordiamo, inoltre, di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te