Procedura più veloce per recuperare i soldi dal condomino che non paga

C’è una procedura più veloce per recuperare i soldi dal condomino che non paga. Di poco più veloce rispetto a quanto avviene se la morosità riguarda ambiti diversi dal condominio. Tuttavia questa leggera accelerazione che la legge vuole garantire al condominio dimostra la volontà di tutelare il condominio come creditore in modo particolare. In cosa consiste la leggera, maggiore velocità di questa procedura? A condizioni normali si sa che per recuperare un credito occorre inviare al debitore una raccomandata di diffida. Nella raccomandata occorre precisare a quanto ammonta il debito, le ragioni da cui il debito trae origine e che si intende procedere con decreto ingiuntivo.

I debiti all’interno del condominio

Se però il creditore che deve recuperare denaro è il condominio ed il debitore è un condomino qualcosa cambia.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

C’è una procedura più veloce per recuperare i soldi dal condomino che non paga. Più veloce perché il condominio non ha l’obbligo di inviare la raccomandata di diffida. La giurisprudenza in questo senso è praticamente costante. Per un esempio concreto si tenga presente la sentenza del Tribunale di Roma n. 2053 del 5 febbraio 2021.

Cosa dice la sentenza

La sentenza osserva che la legge non prescrive affatto la raccomandata di diffida come obbligatoria per poi poter procedere con la richiesta di decreto ingiuntivo. Il condominio potrebbe presentare immediatamente in Tribunale il ricorso per decreto ingiuntivo.

A cosa serve la raccomandata di diffida

La raccomandata viene mandata abitualmente perché così si interrompe la prescrizione nei confronti del condomino. Inoltre dalla data della raccomandata il condomino matura anche gli interessi di mora. Però può esserci il timore che il condomino possa vendere l’immobile o che possa far sparire il proprio denaro dalla banca per evitare un pignoramento. Se il condominio ritiene di dover agire particolarmente in fretta può evitare la raccomandata e promuovere subito il ricorso per decreto ingiuntivo.

Consigliati per te