Prezzo del petrolio: dove porta il recente ribasso?

Il crude oil stamani rimbalza dello 0,53% a 51,09.

(ANSA) – ROMA, 11 GEN – Il prezzo del petrolio non rimbalza e resta sui 50 dollari al barile dopo che, nelle ultime due sedute, ha ceduto oltre il 5%. A pesare sulle quotazioni sono i dati sulle scorte Usa e la ripresa della produzione in Libia che rischia di vanificare l’accordo raggiunto, a fatica, all’Opec.

Cosa attendere nei prossimi giorni?

Cosa monitorare?

Quali sono i parametri che condizioneranno la materia prima?

Trend settimanale

Crude oil

Trend ribassista. Possibili rimbalzi  fino all’area 51,23/52,27. Il trend diventa rialzista  solo con chiusure daily superiori ai 53,10. Long sopra 53,10. Short sotto 51,23.

Al momento il rimbalzo di oggi è una mera ricopertura e finchè il trend rimarrà ribassista l’obiettivo a 60 giorni è in area 46,5/47 ca.

Cosa farà cambiare la nostra view e cosa farà variare le nostre proiezioni di prezzo?

La variazione del trend in corso come evidenziata all’inizio di questo articolo

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te