Prestito agevolato per ricostruire la pensione se mancano i contributi

In una situazione di crisi economica, molti lavoratori che sono avanti con l’età e hanno perso il lavoro, si trovano in grande difficoltà. Inoltre, non sono riusciti a raggiungere il requisito contributivo richiesto per la pensione di vecchiaia. Intesa Sanpaolo ha promosso un’iniziativa del Fondo for Impact. Questo strumento nasce attraverso il Piano di Impresa del 2018-2021. Offre la possibilità di versare i contributi mancanti per raggiungere la pensione. Analizziamo in cosa consiste il prestito agevolato per ricostruire la pensione se mancano i contributi.

Come pagare i contributi volontari per accedere alla pensione?

In effetti, si tratta dell’autorizzazione di un prestito a condizioni vantaggiose, fino a 75mila euro, con “obiettivo pensione” che permette di ricostruire, appunto, la pensione. È stato realizzato per aiutare coloro che sono vicino alla pensione, ma mancano due o tre anni o pochi mesi di contributi, che non permettono l’accesso.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 70% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Possono accedere al prestito agevolato i disoccupati che hanno raggiunto l’età pensionabile richiesta per la pensione di vecchiaia (67 anni), ma non hanno raggiunto il minimo contributivo di 20 anni.

Oppure, coloro che avevano richiesto all’INPS la certificazione per il versamento dei contributi volontari, ma poi hanno interrotto i pagamenti per difficoltà economiche. Queste persone possono accedere al prestito agevolato e pagare i contributi volontari in modo da perfezionare il requisito di 20 anni di contributi.

Prestito agevolato per ricostruire la pensione se mancano i contributi

Il prestito è finalizzato esclusivamente per pagare la rata trimestrale dei contributi volontari INPS. Si potrà restituire la somma prestata, quando si raggiunge la pensione, in un’unica volta oppure a rate, attraverso la cessione del quinto della pensione. È possibile anche attivare un prestito agevolato di durata massima di dieci anni.

Questo sistema permette a molti lavoratori, a cui mancano pochi contributi per accedere alla pensione, di non perdere tutto il lavoro fatto finora. Inoltre, il prestito con la restituzione dopo l’erogazione della pensione rende più facile l’accesso a molti disoccupati.

Consigliati per te