Prese di profitto e target raggiunti

PRESE DI PROFITTO E TARGET RAGGIUNTI

Intervista a Gian Piero Turletti

Autore Magic box in 7 passi

Mercati che continuano ad esprimere incertezze, talora con violenti movimenti, talora con andamenti in laterale.

E’ comunque possibile definire una strategia operativa?

Cosa consiglia ai nostri lettori?

Guardi, proprio anche pensando a questo tipo di mercati, ho ideato un metodo come Magic box, per il quale è del tutto indifferente che i mercati assumano caratteristiche di trend direzionale o laterale.

Molti sistemi, infatti, non fanno altro che entrare in pozione ed uscirne, o invertire da log a short e viceversa.

Invece Magic box, praticamente indica quale potrebbe essere il potenziale target ed entro quanto tempo potrebbe essere raggiunto.

Per cui, chi entra in posizione sa cosa aspettarsi, quale target dovrebbe essere raggiunto, ed entro quanto tempo, inoltre sa quando sia il caso di uscire, archiviando la precedente proiezione.

Che poi il target venga raggiunto con un movimento direzionale, oppure con singole esplosioni di momentum accompagnate da movimenti laterali, è indifferente.

Ma a suo avviso, quali tendenze di breve si stanno principalmente manifestando sugli indici azionari?

I principali indici borsistici sono interessati da un trend rialzista di medio (vedi precedente intervista), ma stanno affrontando alcune prese di profitto, non a caso in corrispondenza di rilevanti elementi di Magic box, a partire dallo S & P 500.

A cosa si riferisce?

L’indice statunitense ha raggiunto il secondo target rialzista di breve, centrato perfettamente in tempo e prezzo.

Era infatti previsto un target a 2088/2089 con un terzo setup temporale entro il 3 novembre, e se andiamo a vedere il prezzo massimo raggiunto nelle ultime sedute, notiamo che è 2090 o approssima tale valore.

Da allora l’indice sente questo livello come resistenza naturale e sta lateralizzando. Oggi il supporto dinamico do breve passa a 2075.

Da questo momento, anche gli altri indici sono entrati in una fase laterale, dopo aver superato il loro secondo target rialzista, che ora funge da supporto.

Nello specifico qual’ è la situazione degli altri indici?

L’indice più debole è il Ftse mib, essendo già uscito, a differenza degli altri, dal canale rialzista di breve.

Ora si trova in una fase laterale, che non deve cedere al ribasso in chiusura daily 22369, per non incorrere in una più profonda correzione ribassista.

Gli altri indici si trovano ancora entro ben precisi canali rialzisti di breve, oltre che di medio.

Il Dax sta formando i massimi delle ultime barre giornalieri in corrispondenza del bordo superiore del canale di breve, delineato da Magic box, mentre il supporto dinamico, costituito dal bordo inferiore, oggi passa a 10418.

Infine, l’Eurostoxx sta correggendo, dopo aver toccato il bordo superiore del canale rialzista, e nella seduta di ieri si è appoggiato sulla mediana del medesimo.

Oggi il supporto costituito dal bordo inferiore passa a 3348.

 

 

Consigliati per te