Prepariamoci alla ripresa economica post crisi

Prepariamoci alla ripresa economica post crisi?  Prepariamoci a una ripresa a V dell’economia. Proprio così. Questo è ciò che il mercato sembra ci stia dicendo adesso. Come chiunque mastica qualcosa di finanza sa, che il mercato anticipa l’economia reale, di solito da tre a sei mesi. Oltre a questo fatto, e proprio grazie ad esso, uno dei migliori indicatori principali per l’economia è il mercato stesso. Infatti, l’S&P 500 è una delle 10 componenti dell’indice dei principali indicatori utilizzati per prevedere in che direzione vada l’economia USA. Quindi, cosa prevede il mercato per l’economia nei prossimi tre-sei mesi? Basta guardare i grafici dell’S&P 500 e del Nasdaq.

 

blank

Qual è la forma della rapida ripresa a cui stiamo assistendo nell’S&P 500? Si vede una forma a V che è iniziata il 23 marzo di quest’anno (punto di minimo dei mercati). Il quarto trimestre del 2020 inizierà sei mesi dopo tale data (il 30 settembre). Il mercato prevede che la ripresa dell’economia a V inizierà in quel periodo. Se il mercato ha ragione, questo potrebbe essere un fattore molto importante per ogni economia sviluppata, non solo quella degli Stati Uniti. Ma anche del Canada, fino all’Europa, al Giappone ed all’Oceania, che di solito si comportano nella stessa maniera. Con le loro specificità, ovviamente. Ma è meglio avere due, diciamo, “testimoni” di questa forma a V che si sta manifestando nei mercati azionari statunitensi. Diamo quindi un’occhiata al Nasdaq. Si vede bene lo stesso schema a V. Perciò, prepariamoci alla ripresa economica post crisi.

blank

 

Prepariamoci alla ripresa economica post crisi

L’analisi tecnica è solo una piccola parte del quadro complessivo, anche se importante. Ora, facciamo un’analisi fondamentale sull’S&P 500. All’inizio dell’anno, la stima del consenso degli analisti per l’S&P 500, a livello di utili, era di circa 176 dollari ad azione. Questo dato va confrontato con i 163 dollari di utile dell’anno scorso. Questo sarebbe dovuto essere il 12° anno consecutivo di crescita degli utili per l’S&P 500. Ma poi è arrivato il virus chiamato COVID-19, e le aspettative di guadagno hanno cominciato a crollare insieme al mercato. Adesso, sembra, finalmente, che le cose stiano iniziando a cambiare. Ora che il virus COVID-19 ha raggiunto il suo apice, si parla sempre di più di una nuova apertura dell’economia. Quindi adesso possiamo avere un po’ più di chiarezza sui danni che sono stati fatti all’economia e agli utili.

La stima del consenso per il 2020 è ora di 138 dollari per azione di guadagno per l’S&P 500. Il secondo e terzo trimestre di quest’anno saranno terribili, ma un po’ di normalità dovrebbe iniziare a prevalere nel quarto trimestre. Il mercato ha sostanzialmente ammortizzato il 2020, potendo ancora arrivare ad un utile di circa 138 dollari per azione. Il mercato guarda ora agli utili del 2021. Ad oggi, la stima è di circa 170 dollari per azione. La stima era originariamente di 196 dollari per azione per il 2021 quando abbiamo iniziato l’anno, prima del virus.

Cosa possiamo concludere?

Fortunatamente non siamo i soli a pensarla così. Ne volete uno che di solito ci azzecca, con le previsioni? Tim Cook, il boss di Apple. Che è tra coloro che prevedono una ripresa ad V dell’economia. Riassumendo, è probabile che il fondo del mercato sia stato toccato il 23 marzo, e che sia in corso una buona ripresa Inoltre, sembrerebbe che il mercato stesso preveda una ripresa a V per l’economia più importante del mondo, quella americana. E chi siamo noi per non essere d’accordo con il mercato?

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te