Preparare i buonissimi agnolotti piemontesi in pochi e semplici step

Gli agnolotti sono il piatto simbolo delle occasioni speciali in Piemonte. Piccoli bocconi di pasta ripiena di forma quadrata, la loro ricetta continua a essere tramandata di generazione in generazione. Tutti i piemontesi hanno visto almeno una volta la nonna invadere la cucina e preparare dozzine e dozzine di agnolotti.

Preparare i buonissimi agnolotti piemontesi in pochi e semplici step è possibile. Le varianti sono infinite e la ricetta cambia da famiglia a famiglia. Prendiamoci la mattinata libera, chiediamo di essere aiutati da tutta la famiglia e cimentiamoci in questa squisita ricetta casalinga.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

Preparazione del ripieno

Per la preparazione del ripieno per 4 persone (48 agnolotti circa) serviranno:

a) 600 grammi di arrosto piemontese;

b) 200 grammi di salsiccia;

c) 200 grammi di riso bianco;

d) 4 foglie di cavolo;

e) 3 uova;

f) 1 cipolla;

g) Pepe q.b.;

h) Sale q.b.

Far cuocere 200 grammi di riso bianco. Nel frattempo tritare 200 grammi di salsiccia e farla cuocere con un filo d’olio. Lasciar raffreddare riso e salsiccia. Tritare 4 foglie di cavolo, la cipolla e 600 grammi di arrosto.

Mettere riso, salsiccia, cavolo, cipolla e arrosto in una ciotola capiente. Aggiungere 3 uova, un pizzico di sale e un pizzico di pepe.

Mescolare il tutto preferibilmente con le mani o con un cucchiaio di legno. Mettere il tutto da parte.

Preparazione della pasta

Per preparare la pasta all’uovo serviranno:

a) 500 grammi di farina 00;

b) 5 uova

Mettere 500 grammi di farina 00 su un piano di legno. Raccogliere la farina in un mucchietto e creare un incavo al centro della farina. Versare 5 uova nell’incavo. Impastare il composto con le mani fino ad ottenere un impasto liscio. Porre l’impasto in una ciotola e coprirlo con uno strofinaccio. Lasciarlo riposare per 30 minuti circa.

Stendere la pasta con un mattarello o con una macchina sfogliatrice. In questo caso tagliare l’impasto a piccoli pezzi prima di stenderlo. Tagliare la pasta stesa in striscioline alte quanto un agnolotto. Scegliere ora la grandezza dei propri agnolotti: ricordiamoci che devono essere quadrati.

Assemblare gli agnolotti e servirli in tavola

Stendere una strisciolina di pasta all’uovo. Prendere il ripieno e formare delle palline con le mani. Porre le palline in fila sulla strisciolina di pasta. Prendere un’altra strisciolina di pasta all’uovo e sovrapporla a quella con le palline di ripieno.

Con le dita far aderire bene la pasta tra una pallina e quella successiva. Con una rotella o con un coltello separare gli agnolotti. Chiudere i bordi degli agnolotti con l’aiuto di una forchetta. Infarinare leggermente la parte esterna per evitare che si attacchino l’uno all’altro.

Per preparare i buonissimi agnolotti piemontesi in pochi e semplici step non resta che cuocerli e servirli in tavola. Per cuocerli, metterli in acqua bollente per 2 minuti circa. Assaggiare gli angoli della pasta per capirne la cottura. Servire circa 12 agnolotti a testa con un sugo al ragù.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te