Potremmo ridurre forfora e prurito alla testa con questo segreto per capelli sani, splendenti e idratati

Prurito e piccole scagliette di pelle che si staccano dalla testa possono essere davvero fastidiosi. Sono in tanti a combattere con questo problema che comunemente associamo alla forfora. In alcuni casi, quella che viene comunemente confusa con la fosfora potrebbe essere il sintomo di un tipo di dermatite. Come afferma anche l’autorevole Istituto Humanitas, potrebbe trattarsi di dermatite seborroica. In altri casi, invece, il problema della forfora sarebbe collegato ad una secchezza generale della cute. Magari causata dal freddo, dal caldo o semplicemente dallo smog che ci circonda. Le cause di questo problema potrebbero essere diverse, anche l’alimentazione giocherebbe un ruolo fondamentale. Ma quando si tratta di una normale disidratazione, ecco come potremmo dare sollievo al nostro cuoio capelluto.

Potremmo ridurre forfora e prurito alla testa con questo segreto per capelli sani, splendenti e idratati

Quando ci accorgiamo che anche la pelle del viso risulta secca o disidratata, è possibile che lo sia anche il cuoio capelluto. Per questo è molto importante non solo pensare all’idratazione del viso, ma anche a quella del cuoio capelluto. Se per il viso abbiamo una vera beauty routine, che prevede creme e detergenti, meglio farlo anche con i capelli. Scegliamo degli shampoo senza parabeni, che non facciano troppa schiuma e aggiungiamo qualche goccia di acido ialuronico alla nostra maschera. Oppure, se vogliamo dei capelli davvero setosi, applichiamo una maschera alla cheratina fai da te. Anche un impacco ristrutturante con olio di lino o olio essenziale di rosmarino potrebbe essere utile. Massaggiando l’olio sul cuoio capelluto asciutto e lasciandolo in posa per una decina di minuti. Meglio ancora se avvolgiamo la testa in un asciugamano caldo, potremmo infatti trarne dei benefici.

Il lavaggio è molto importante

Ricordiamoci di utilizzare un balsamo o una maschera idratante ad ogni lavaggio. Se preferiamo evitare che il nostro capello si appesantisca troppo, possiamo utilizzare una nuova tecnica. Il cosiddetto “reverse shampooing”, cioè utilizzare prima il balsamo e poi lo shampoo. Sembrerebbe essere molto utile per chi ha i capelli molto grassi che tendono a sporcarsi velocemente. Ma ecco un trucco che sembrerebbe essere molto efficace, con un prodotto completamente naturale. Dopo lo shampoo, prima di procedere al risciacquo finale e aver utilizzato tutti i prodotti, ecco che fare. Possiamo tamponare il cuoio capelluto con un panno di cotone imbevuto di aceto di mele.

Tra i pregi di questo rimedio naturale, ci sarebbe l’abilità di far cadere via le cellule morte in eccesso. Liberando così la cute da quelle fastidiose desquamazioni tanto antiestetiche. Quindi, potremmo ridurre forfora e prurito alla testa utilizzando questi accorgimenti. Ma ricordiamo che è sempre bene risalire alla causa del problema. Pertanto, è meglio rivolgersi ad un dermatologo per escludere patologie come la dermatite seborroica o la psoriasi.

Approfondimento

Per avere capelli lunghi, sani e forti basta usare sempre questo segreto che viene dall’Oriente

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini dei nostri lettori nell'utilizzo degli strumenti, degli ingredienti e dei prodotti per la cura della persona. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con gli strumenti, ingredienti e prodotti normalmente utilizzati per la cura della persona e il make up. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te