Potrà sembrare strano ma il gâteau in Sicilia non si cerca in pasticceria

In Sicilia, la cucina è un’arte. I profumi e le materie prime che questa terra ci regala hanno contribuito alla realizzazione di piatti unici. In più, le varie dominazioni che la Sicilia ha avuto nel corso dei secoli, hanno apportato degli elementi particolari. Questi hanno arricchito la già ampia tradizione culinaria, regalando ricette multietniche da leccarsi i baffi.

Dal punto di vista lessicale, molto spesso i nomi stessi rievocano lingue diverse. Abbiamo nomi che derivano dall’arabo come per la cassata che deriva dal termine “qas’at” che significa bacinella, oppure il couscous trapanese. Esistono anche tracce spagnole, ad esempio in un dolce chiamato pignoccata, in realtà presente in tutto il Sud Italia, con il nome di pignolata.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Un’eredità che ha resistito nei secoli ed è arrivata fino ai giorni nostri, regalandoci ricette particolari. Molti non sono a conoscenza che in verità anche la dominazione francese ha lasciato un’impronta incancellabile in Sicilia. Potrà sembrare strano ma il gâteau in Sicilia non si cerca in pasticceria.

Scopriamo insieme cosa è il gâteau di patate

Certo che se incontriamo questo termine durante una vacanza in Sicilia ed abbiamo una conoscenza della lingua francese, possiamo cadere in inganno. Ci precipitiamo in pasticceria alla ricerca di una possibile torta, guidati dall’acquolina in bocca. Tutti conosciamo la bontà dei dolci italiani. Noi di ProiezionidiBorsa ne avevamo già parlato in un articolo evidenziando alcune bontà regionali del periodo pasquale.

Ma in Sicilia quando si parla di gâteau ci si riferisce ad un secondo. Esso, infatti, si realizza con le patate, che si bollono per divenire purea.

Successivamente si aggiunge burro, sale, uova, formaggio grattugiato e prezzemolo. Con questo composto, in una pirofila, si realizza un suolo su cui si aggiungono diversi elementi. Alcuni inseriscono ragù con piselli, altri utilizzano invece prosciutto e mozzarella per un gusto sublime.

Qualunque sia la variante, si termina con un successivo strato di composto e infine, in cima, si spolvera del pangrattato. Bisogna portare in forno a 200 gradi finché non si crea la crosticina a livello superiore.

Ed ecco come il gâteau di patate siciliano non è in realtà una torta. Forse il termine richiama la sua forma o il fatto che sia ripieno. Quindi potrà sembrare strano ma il gâteau in Sicilia non si cerca in pasticceria.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te