Potare meli e peri dell’orto sarà una vera riuscita con questi semplici consigli

È già tempo di potare i peri e i meli e casomai ce ne fossimo dimenticati possiamo ancora provvedere. Forse siamo ancora un po’ inesperti, ma potare meli e peri dell’orto sarà una vera riuscita con questi semplici consigli.

Potare in due direzioni

Fra le piante che vanno potate in questo periodo ci sono i meli e i peri. Negli alberi fa frutto ci sono due tipi di rami, quelli a legno e quelli a frutto. I rami a legno sono quelli portanti della pianta che ne costituiscono lo scheletro strutturale. Su questi poi si diramano i rami a frutto che daranno vita alle gemme e a suo tempo ai frutti. Quando si pota si tengono presenti questi due tipi di rami.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera

Peri e meli

I peri e i meli fruttificano con i rami che hanno 3 o 4 anni. La potatura deve provocare la formazione delle gemme fruttifere. Ma nello stesso tempo deve anche conservare le gemme a legno, che assicurino la formazione di altre gemme a frutta per gli anni successivi.

Sul ramo a legno si lasceranno sviluppare solamente germogli destinati alla formazione dei rami a frutto distanziati ognuno di 20 o 30 cm. Tutte le altre vegetazioni verranno soppresse.

I momenti della potatura

Nel mese di giugno queste vegetazioni avranno raggiunto un certo sviluppo, e dopo aver tagliato la punta, si cimeranno lasciando 4 o 5 foglie sul rametto verde che avremo cimato.

L’ultima gemma a legno si svilupperà e darà luogo a un nuovo germoglio che verrà a sua volta cimato, lasciando solo 2 foglie.

Con la potatura invernale taglieremo questo ramo che è germogliato dall’ultima gemma a legno, lasciandogli 3 gemme ben conformate.

Alla seguente primavera queste gemme si svilupperanno e si lascerà un solo germoglio che verrà cimato nel mese di giugno, lasciando 4 o 5 foglie.

Potare meli e peri dell’orto sarà una vera riuscita con questi semplici consigli

Negli anni successivi si praticherà d’inverno l’identica potatura, tagliando sempre a 3 gemme sopra l’inserzione del ramo principale.

A maggio e giugno si cimeranno le vegetazioni rigogliose lasciando un solo germoglio, che a sua volta sarà cimato a 4 o 5 foglie.

Le gemme della base si saranno trasformate in gemme a fiore e dopo 3 anni, ma a volte anche prima, saranno fruttifere.

Ecco come potare nel modo giusto gli alberi di melo e di pero.

Se siamo interessati a creare dei bonsai questo articolo fa al caso nostro.

Consigliati per te