Dove porterà Atlantia la sua politica di espansione? Le attese per le prossime sedute

Fonte MilanoFinanza

Telepass amplia la propria presenza nel settore della mobilità urbana con l’acquisizione del 70% di Urbannext, azienda creatrice dell’app di sharing mobility, Urbi. Lo ha annunciato Autostrade per l’Italia, società del gruppo Atlantia . “Siamo orgogliosi di annunciare l’operazione che ci permette di diventare i principali investitori della piattaforma Urbi”, ha dichiarato Gabriele Benedetto, ceo di Telepass.

“E’ un importante passo avanti, in linea con la strategia di Telepass, per operare come sistema di pagamento aperto a tutti i servizi di mobilità, sia quelli collegati ai veicoli privati che a quelli condivisi, così come al trasporto pubblico locale”, ha aggiunto. Insieme alla recente nascita di Telepass Pay, l’acquisizione di Urbi, ha proseguito Benedetto, “conferma la volontà di creare un ecosistema di servizi in grado di semplificare gli spostamenti quotidiani grazie a soluzioni veloci e innovative”.

Resta solida la partnership con i fondatori di Urbannext: lastminute.com, Emiliano Saurin e Serena Schimd che rimangono nel capitale della società con quote di minoranza. “Siamo convinti che con questa operazione renderemo Urbi un’applicazione ancora più completa e utile per chi si vuole spostare in modo semplice in città”, ha affermato Emiliano Saurin. “I dati del resto parlano chiaro: il futuro della mobilità urbana è nella condivisione e in modalità più sostenibili di affrontare i viaggi di tutti i giorni”. Fabio Cannavale, ceo di Lastminute.com, crede che Telepass porterà l’attività a un livello successivo e innescherà una nuova fase di sviluppo grazie alle sue capacità industriali, “che sono la chiave per migliorare la tecnologia e finalizzare l’offerta di Urbi”.

Urbi è l’app che opera nel campo della sharing mobility e unisce tutti i servizi di carsharing, bikesharing, scootersharing e di mobilità urbana: taxi e trasporto pubblico. Offre la possibilità di scegliere il servizio più adatto alle proprie esigenze per raggiungere il punto desiderato in base a: tempi, costi e servizi a disposizione nell’area in cui ci si trova. L’app, attiva già in 13 città europee, continuerà a essere disponibile su smartphone (iOS e Android), tablet e AppleWatch, gratuitamente e da tutti gli utenti.

A Piazza Affari al momento il titolo Atlantia  avanza dell’1% a quota 26,28 euro, complice anche la notizia che i passeggeri della controllata Aeroporti di Roma sono aumentati dello 0,6% anno su anno nella prima metà del 2017, nonostante la crisi di Alitalia. “Anche se i passeggeri di Alitalia sono scesi del 5,6% anno su anno nella prima metà di quest’anno, il numero di passeggeri di AdR è salito dello 0,6%. Evidenziamo anche che l’aumento dei passeggeri internazionali: +3,7% con un +2,8% per i passeggeri europei e un +5,9% per i passeggeri internazionali ha più che compensato la diminuzione di quelli nazionali, -7,5% anno su anno”, osservano gli analisti di Banca Akros.

Questa performance, hanno spiegato gli analisti della banca d’affari, è stata guidata dal lancio delle nuove rotte. Ulteriori nuove rotte verranno lanciate nel corso dell’anno ed è atteso un forte aumento del numero di passeggeri che vanno in Nord America e in America latina. “La concessione degli aeroporti di Roma è particolarmente lunga, scade nel 2044, e beneficia di una posizione unica che rende il traffico molto resistente nonostante la crisi di Alitalia”, concludono gli analisti di Banca Akros che sul titolo Atlantia  mantengono il rating accumulate e il target price a 27 euro.


Analisi di Proiezionidiborsa

Sul titolo è in corso una proiezione rialzista che, dopo lo strappo iniziale, stenta ad allontanarsi dal supporto/resistenza in area 26.12€.

Qualora questo livello dovesse reggere le quotazioni sono destinate a dirigersi verso il I° obiettivo naturale in area 28.98€.

La sua rottura, invece, favorirebbe il ritorno verso i minimi di luglio in area 24.5€.

blank

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te