Portare in tavola una bomba di salute ovvero le cime di rapa al peperoncino

Passata l’estate e sfumato il caldo, possiamo tornare a cucinare piatti più saporiti e più piccanti. Senza però dimenticare il nostro compito di indirizzare i Lettori alla salute e al benessere, scovando tra le ricette dei piatti funzionali. Ecco quindi come portare in tavola una bomba di salute ovvero le cime di rapa al peperoncino. Parliamo di un piatto che affonda le radici nelle zone centrali e meridionali del nostro paese, con le varianti altrettanto saporite dei broccoletti e dei friarielli. Prepariamoci a un piatto dal grande apporto salutare, assai saporito, ma anche in grado di farci venire sete.

Gli ingredienti per quattro persone

Portare in tavola una bomba di salute ovvero le cime di rapa al peperoncino, utilizzando i seguenti ingredienti per quattro persone:

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

a) 1 kg circa di cime di rapa o broccoletti, meglio se freschi, ma vanno bene anche per comodità e velocità quelli congelati;

b) tre spicchi d’aglio;

c) olio extravergine di oliva;

d) peperoncino integro o in polvere;

e) sale.

La preparazione

Ovviamente la preparazione varia a seconda della decisione di utilizzare verdura fresca e quindi da pulire e lavare, oppure surgelata o comunque precotta e pronto all’uso. Prediligere quella fresca comprata al mercato significa preservarne completamente i nutrienti, ma scegliere la via meno veloce. Possiamo usare anche i friarielli, spesso già pronti nei banchi gastronomia dei supermercati e degli alimentari. Nel caso in cui optiamo per le verdure fresche, ricordiamoci di pulirle e farle bollire con poca acqua, appena salata, per 15 minuti circa. Non buttiamo assolutamente l’acqua di cottura, che utilizzeremo successivamente. Parallelamente, sul fuoco a fianco, prendiamo una padella e facciamo soffriggere l’aglio sminuzzato assieme al peperoncino e a un filo di olio.

Quando l’aglio avrà raggiunto la doratura, sarà il momento ideale di calare le nostre verdure, mescolandole e amalgamandole. Copriamo, in modo da lasciarle ammorbidire, a fuoco lento e per 10 minuti, aggiungendo l’acqua della cottura prima avanzata. A cottura terminata, passiamo dell’olio crudo e del sale, nel caso fosse necessario. Con la verdura pronta o surgelata, la procedura si limita al soffritto e alla seconda parte della ricetta.

Approfondimento

Alla ricerca di un dolce leggero sulla nostra tavola, non può mancare la torta Margherita

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te