Pochi sanno in quali bidoni della spazzatura gettare correttamente questi oggetti senza sbagliare

Ci sono oggetti che quando arriva il momento di essere eliminati e gettati nella spazzatura, ci fanno sorgere dei dubbi.

La domanda che ci sorge spontanea è: in quale cassonetto buttare?

Il più delle volte il nostro istinto ci consiglia erroneamente perché valutando sommariamente la composizione dell’oggetto pensiamo che siano riciclabili.

Pochi sanno in quali bidoni della spazzatura gettare correttamente questi oggetti senza sbagliare

Vediamo qualche esempio e consigliamo comunque di consultare il dizionario del riciclo fornito dal proprio Comune. Dalla carta regalo ai sacchetti di patatine, dalle latte di vernice al cartone della pizza passando per i tubi delle patatine.

La carta regalo con fiocchi coccarde

La carta da regalo, per istinto, diremmo che si getta nel bidone della carta ma in realtà non è così.

Occorre gettare nell’indifferenziata la carta argentata, dorata con glitter o plastificata. Solo se si è certi della natura di pura cellulosa della carta possiamo metterla nella carta da riciclare. Stessa regola per nastri e coccarde, se di carta lavorata o lucida o resinata si collocano nell’indifferenziata.

I sacchetti di patatine

In questo caso vedere la confezione color argento di alcune confezioni potrebbe trarci in inganno e farci propendere per un poliaccoppiato e quindi indifferenziato. Invece sono assolutamente riciclabili e si devono buttare nel bidone della plastica.

Regola: se sulla confezione troviamo l’indicazione C/PAP81 si tratta di un materiale poliaccoppiato che si dovrà conferire nel secco o multimateriale o nell’indifferenziato.

Attenzione, però, non tutti i poliaccoppiati sono da gettare nel multimateriale. Esistono quelli a prevalenza carta, e quindi da mettere nel bidone carta, e quelli a prevalenza plastica.

Il Corepla (Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclo e il Recupero degli imballaggi in plastica) è chiaro nel dire che i sacchetti delle patatine vanno nella raccolta della plastica.

I tubi delle patatine

Se il tappo va nella plastica, il fondo con le lattine nel metallo, la linguetta si conferisce nell’indifferenziato. Il tubo si getta nella carta perché è un poliaccoppiato in prevalenza carta (nella maggior parte delle marche ma consigliamo di leggere l’etichetta).

Qui, invece, troveremo idee per il riciclo creativo dei tubi delle patatine.

Le latte di vernice

Anche se sono assolutamente di alluminio, le latte di vernice, visto il contenuto ecologico, si devono conferire all’isola ecologica per il loro corretto smaltimento.

Il cartone della pizza

Secondo Comieco, cioè il Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica, i cartoni andrebbero così divisi.

Il coperchio, se non ha residui di unto o formaggio, va staccato e buttato nella carta. La parte che contiene la pizza poiché sporca di cibo può essere conferita nell’indifferenziata o nell’umido.

Va nell’umido solo se sul cartone è presente la certificazione compostabile rappresentata dal simbolo del triangolo di frecce verdi, anche detto Nastro di Moebius, e naturalmente se nel nostro Comune sia attiva la raccolta dell’umido.

Pochi sanno in quali bidoni della spazzatura gettare correttamente questi oggetti senza sbagliare e per una corretta raccolta differenziata è sempre consigliabile leggere l’etichetta.

Consigliati per te