Pochi sanno come conservare questo alimento pregiato che tutti abbiamo in casa

Non a tutti piacciono ma chi li gradisce non riesce a non farne scorta in casa. Stiamo parlando dei formaggi.

Quelli freschi sappiamo bene che si devono consumare nell’arco di pochissimi giorni. Pensiamo ad esempio alla ricotta, che a dire il vero è catalogata come un latticino più che un formaggio fresco. Ebbene, una volta acquistata, prima la consumiamo, meglio è.

Poi vi sono i formaggi stagionati, che invece possiamo tenere in casa per diverso tempo. Purché però conservati in un determinato modo. Se infatti non adottiamo alcuni accorgimenti rischiamo poi di buttarli perché andati a male. Questo è un vero e proprio peccato. Sia perché sono prodotti abbastanza costosi, sia perché ricchi di nutrienti per il nostro organismo.

Pochi sanno come conservare questo alimento pregiato che tutti abbiamo in casa

Il re dei formaggi stagionati è sicuramente il parmigiano. Prodotto, senza l’aggiunta di additivi, questo formaggio a pasta dura ha la denominazione DOP, Denominazione di origine protetta.

La zona di produzione, divisa tra i fiumi Reno e Po, comprende le province di Bologna, Modena, Parma e Reggio Emilia (Emilia-Romagna) e di Mantova (Lombardia).

In commercio lo troviamo con stagionatura di 12, 24 o 30 mesi. Tuttavia, si possono trovare anche forme con stagionatura di 36, 48 e 72 mesi. Ma ovviamente solo in manifestazioni gastronomiche importanti.

In altri termini, e da quanto detto, il parmigiano è un vero e proprio vanto italiano.

Come consumarlo

Può essere mangiato a scaglie oppure grattugiato.

Ovviamente sono una infinità le ricette culinarie che prevedono l’utilizzo di questo formaggio.

Ma data la squisitezza, unita alle tante proprietà nutritive, in molte delle nostre case, il parmigiano è onnipresente in frigo.

Pensiamo alle mamme con bimbi piccoli. Ebbene il parmigiano viene aggiunto alla pasta dei più piccoli, per apportare loro il giusto quantitativo di proteine. Ma viene usato anche come spezza fame.

Ma come bisogna conservarlo questo formaggio così pregiato?

Deve essere assolutamente evitata la pellicola. Questo perché tutti i formaggi stagionati, quindi anche il parmigiano, se conservati nella pellicola vanno a male.

Il parmigiano andrebbe conservato in appositi contenitori di plastica o vetro, anticondensa, da sistemare nel ripiano meno freddo del frigo. Il ripiano scelto è infatti importante.

Abbiamo visto infatti in un precedente articolo che non tutti sanno cosa si conserva al meglio nell’ultimo ripiano del frigo. Così conservato possiamo tenerlo in casa fino ad un mese.

Ma ecco il trucchetto in più

In realtà pochi sanno come conservare questo alimento pregiato che tutti abbiamo in casa. Il modo migliore per conservare il parmigiano, come del resto tutti i formaggi stagionati, è quello di riporlo in un sacchetto di puro cotone.

Il cotone, infatti, favorisce un buon sistema di areazione, fondamentale per evitare che si deteriori.

In questo modo avremo il parmigiano al top per un bel po’ di tempo.

L’alternativa comunque valida, al sacchetto di cotone, è metterlo sottovuoto.

Ma ovviamente il sottovuoto non tutti hanno la possibilità di farlo. Ci vorrebbe infatti un’apposita macchinetta sigillatrice.

Il sacchetto di cotone invece è molto più facile da reperire e rappresenta davvero il modo migliore per conservare al meglio questo formaggio pregiato.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te