Pochi sanno che questo vecchio rimedio della nonna potrebbe aumentare l’efficacia di alcuni farmaci

I vecchi rimedi della nonna sono tutte quelle astuzie che servono per risolvere i piccoli problemi di salute. Ma anche quei geniali trucchetti che ci aiutano nelle pulizie di casa.

Oli essenziali, erbe aromatiche, infusi e decotti. Parliamo di tutti i rimedi naturali che si tramandano di generazione in generazione e che spesso non hanno una validità scientifica, ma possono alleviare dei piccoli problemi legati alla salute.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Pensiamo al latte e miele per calmare il mal di gola, o alla camomilla per dormire meglio, o ancora a queste semplici piante officinali che aiutano a combattere insonnia, tachicardia e ansia.

Un vecchio rimedio della nonna

Le nostre nonne, esperte di rimedi naturali, consigliavano anche un altro metodo per alleviare i dolori. Parliamo dell’acqua calda o meglio della borsa dell’acqua calda.

Un oggetto che la maggior parte di noi ha in casa e che utilizza per riscaldarsi durante le giornate più fredde. Ma spesso è anche utilizzato a scopo terapeutico.

Ad esempio, usiamo la borsa dell’acqua calda per alleviare i dolori del ciclo mestruale o posizionata alla base del collo, per calmare i dolori provocati dalla cervicale infiammata.

Pochi sanno che questo vecchio rimedio della nonna potrebbe aumentare l’efficacia di alcuni farmaci

Il calore è un vasodilatatore che genera un afflusso di sangue, nel punto prescelto, e di conseguenza distende la muscolatura.

Secondo uno studio pubblicato sull’autorevole sito Humanitas (parliamo di una ricerca dell’University College di Londra), la borsa dell’acqua calda agirebbe proprio come un medicinale antidolorifico. Infatti, se mettiamo a contatto la parte del corpo dolorante con il calore (minimo 40 gradi), questo disattiverebbe i messaggi di dolore mandati al cervello.

In realtà studi successivi hanno dimostrato che la borsa dell’acqua calda o il calore, non può sostituire i medicinali antidolorifici. Ma pochi sanno che questo vecchio rimedio della nonna potrebbe aumentare l’efficacia di alcuni farmaci.

Infatti, la borsa dell’acqua calda è un valido aiuto per potenzierebbe l’effetto di analgesici e antispastici. Ma ribadiamo, non è assolutamente un sostituto dei medicinali.

Quando si usa il calore

La borsa dell’acqua calda non è un rimedio per alleviare tutti i dolori. Infatti, in caso di traumi si utilizza il ghiaccio per evitare la formazione dell’ematoma.

Il calore, invece, è utile in caso di dolori muscolari, ciclo mestruale, mal di schiena ecc.

Si consiglia sempre di non poggiare la borsa dell’acqua calda direttamente sulla pelle, ma utilizzare un panno come filtro che impedisca di ustionarsi.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te