Pochi sanno che questa bella pianta molto coltivata è tossica per il gatto

Il gatto è un animale molto curioso, a cui piace gironzolare dentro e fuori casa e fare nuove scoperte. Soprattutto quando è giovane e non conosce ancora il mondo attorno a sé.

Se abbiamo un giardino a cui badare è necessario sapere che i pericoli per il nostro felino si possono nascondere anche tra le piante. Alcune possono essere molto dannose per lui, se non addirittura letali.

Vi sono fiori poi molto diffusi e profumati che attirano con i loro colori sgargianti, ma che è meglio che il gatto eviti. Perché contengono parti nocive che se ingerite ci spingerebbero a portarlo di corsa dal veterinario.

Non tutte le piante sono amiche dei nostri animali

I pericoli per cani e gatti si nascondono dietro l’angolo e a volte si trovano anche in casa. È il caso di alcune piante d’appartamento come la dieffenbachia e la “stella di Natale”, entrambe tossiche per gli animali domestici. Occhio anche alle varianti da siepi come il lauro ceraso: ogni parte della pianta, se mangiata, potrebbe portare alla morte il nostro animale.

È poi incredibile ma anche alcuni fiori diffusissimi e prediletti per ornare balconi e terrazzi come le ortensie possono creare problemi a cani e gatti. Assicuriamoci che non ne ingeriscano i boccioli, o si andrà incontro a conseguenze anche gravi per la loro salute.

Pochi sanno che questa bella pianta molto coltivata è tossica per il gatto

Le ortensie non sono le uniche piante presenti pressoché in ogni giardino che dobbiamo considerare una minaccia per i gatti. Anche un altro fiore, tra i preferiti di chi ha il pollice verde, ha effetti simili sul nostro amico a quattro zampe.

L’imputato in questione è niente meno che il narciso. Pochi sanno che questa bella pianta molto coltivata è tossica per il gatto. E con esso dobbiamo includere tutti gli esemplari della stessa famiglia. Ogni componente di questo fiore è velenoso, ma bisogna prestare particolare attenzione ai bulbi.

La licorina contenuta può provocare sintomi come diarrea, vomito e dolori addominali. Nei casi più gravi si va incontro anche a difficoltà respiratorie e aritmie cardiache. Ecco perché non dovremmo mai permettere al gatto di avvicinarsi ai fiori del narciso.

Approfondimento

Sembra un comune ribes ma è una delle piante più velenose in Italia a cui prestare la massima attenzione

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te