Pochi sanno che per dire addio alle irritazioni da mascherina potremmo usare questo prodotto mattina e sera

Un termine con cui ormai abbiamo del tutto familiarizzato è “pandemia”, il rapidissimo diffondersi di una malattia in tutto il Mondo. La pandemia causata dal Covid 19 ha cambiato ogni aspetto della nostra vita: abitudini, rapporti interpersonali, lavoro e svago.

Inoltre, a farci compagnia, ogni giorno, è un accessorio diventato indispensabile per la nostra sicurezza: la mascherina.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Anche se indossarla è necessario, possiamo dire che non è molto piacevole soprattutto per la pelle che potrebbe irritarsi facilmente. Tuttavia, in pochi sanno che per dire addio alle fastidiosissime irritazioni da mascherina potremmo usare questo prodotto mattina e sera.

Andiamo a scoprire di cosa si tratta in questo articolo.

Perché la pelle potrebbe irritarsi

Generalmente, la pelle potrebbe soffrire molto sotto la mascherina e irritarsi facilmente, ancor di più se abbiamo una pelle sensibile e delicata.

L’irritazione sarebbe la conseguenza di due problematiche comuni di chi la indossa:

  • lo sfregamento della mascherina sulle guance e sul naso che, aggredite da questo materiale estraneo, potrebbero reagire arrossandosi;
  • il “microclima” che si creerebbe all’interno della mascherina, più caldo e umido a causa del sudore e del nostro respiro.

Pochi sanno che per dire addio alle irritazioni da mascherina potremmo usare questo prodotto mattina e sera

Tuttavia, potremmo sbarazzarci di rossori, pruriti e, in generale, irritazione da mascherina, con un prodotto che andrebbe utilizzato mattina e sera.

Come riportato da alcune riviste, questo prodotto rientra nel vastissimo mondo della detersione da effettuare proprio mattina e sera. La pelle irritata e indebolita dall’uso della mascherina, andrebbe, infatti, pulita accuratamente con un detergente delicato.

Questo dovrebbe essere in grado di rimuovere tracce di inquinamento e impurità dalla superfice della pelle, lenirla, rinfrescarla e struccarla in un unico passaggio. In modo da curarla e proteggerla quotidianamente, giorno e notte, prima e dopo aver indossato la mascherina. Ma, allora, di cosa si tratta?

L’acqua micellare

Il prodotto ideale per contrastare le irritazioni da mascherina sarebbe, quindi, un detergente e in particolare stiamo parlando dell’acqua micellare.

Questa è una soluzione a base acquosa che contiene micelle ossia molecole a forma sferica in grado di inglobare impurità, sebo, sudore e make up presenti sulla pelle del viso. Queste vengono, poi, trasportate via ed eliminate grazie all’acqua.

Solitamente, poi, all’interno dell’acqua micellare si potrebbe trovare anche una componente oleosa che andrebbe a garantire idratazione alla pelle. E, infine, questo detergente andrebbe a proteggere la cute grazie al suo PH uguale a quello della pelle, prevenendo eventuali irritazioni.

Potremmo dire, quindi, che l’acqua micellare sarebbe in grado di pulire la pelle, struccarla, idratarla, lenirla, proteggerla e curarla dalle irritazioni.

Tuttavia, prima di acquistarla e utilizzarla è sempre consigliato consultare il proprio medico, giacché ogni situazione è diversa e non si può generalizzare.

Come usarla

Possiamo versare un po’ di acqua micellare su un batuffolo di cotone e passarlo delicatamente su tutto il viso, occhi compresi, e poi risciacquare.

Questa procedura andrebbe ripetuta due volte:

  • La mattina per rimuovere l’eventuale eccesso di sebo prodotto durante la notte e la polvere che si potrebbe depositare;
  • La sera per struccare la pelle e rimuovere le impurità ambientali e quelle che si andrebbero ad accumulare sotto la mascherina.

Approfondimento

Come curare la pelle secca del viso con questo rimedio comunissimo ma da scegliere attentamente

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te