Pochi sanno che ogni mela ha un abbinamento raccomandato in base al gusto

mele

Il mondo delle mele è infinito. Accompagnano l’alimentazione umana fin dalla mitologica raccolta nell’Eden. E sono così emblematiche da diventare non solo il nome ed il simbolo dell’azienda più famosa al Mondo. Ma anche le protagoniste di storie e favole. Ma quando le portiamo in tavola come possiamo utilizzarle al meglio? Ogni tipologia è consigliabile per un abbinamento, che sia per lo strudel o un dolce, per l’insalata, per un succo di frutta oppure per i nostri bambini. Così scopriamo come impiegarle correttamente, visto che pochi sanno che ogni mela ha un abbinamento raccomandato a seconda del sapore.

Qual è la mela giusta per i bambini?

I bimbi già da piccoli sono soliti mangiare le mele. Quelle cotte sono un buon alimento per lo svezzamento, ma spesso le mangiano anche grattugiate. Di certo i bimbi preferiranno un sapore dolce in quanto più saporito. Scegliamo allora le mele Annurca perché particolarmente ricche di vitamine e fibra. Sono perfette se le vogliamo grattugiare come alimento leggero e nutriente. Mentre se le vogliamo cuocere potremmo scegliere le Stark Delicious oppure le Royal Gala, che sono ottime anche per una centrifuga.

Per ogni ricetta, una scelta diversa

Per quanto riguarda i dolci come lo strudel, in molti prediligono proprio la Stark Delicious in quanto questa ha la caratteristica di essere succosa e saporita. Molti altri invece utilizzano la Renetta, specie in autunno ed in inverno. Infatti, poco dopo la raccolta questa si presenterebbe particolarmente soda ed agrodolce. Occhio però all’eccessivo impiego, perché potrebbero portare un leggero retrogusto acido. Se non ci piacciono gli estremi possiamo scegliere la tipologia Imperiale, dal sapore maggiormente equilibrato, oppure semplicemente realizzare un mix.

Con le insalate invece la scelta dovrebbe ricadere su una mela più croccante. Spetterà poi a ciascuno di noi se privilegiare un sapore più dolce oppure più acido. Nel primo caso l’opzione potrebbe ricadere sulla mela Fuji: croccante, saporita e succosa. Questa mela è probabilmente la più famosa ed amata al Mondo ed ha un sapore universalmente apprezzato. Invece nel secondo caso potremmo scegliere una Granny Smith, la celebre mela verdastra di origine australiana. La tipologia Imperatore rappresenta un buon compromesso tra i due estremi. Consideriamo l’una piuttosto che l’altra anche in considerazione degli ingredienti con cui la abbineremo.

Siamo anche curiosi quando si tratta di assaggiare le mele; in Italia esistono molte tipologie autoctone quali le mele Rugiada e Ruggine, diffuse tra Umbria e Toscana. Una volta poco considerate a causa della piccola dimensione e della scarsa durata. Con metodi di crescita più recenti sono diventate molto ricercate ed apprezzate.

Pochi sanno che ogni mela ha un abbinamento raccomandato a seconda del sapore

Un impiego amato da molti è quello del succo. È facile farlo in casa, sia se disponiamo di un estrattore che di una semplice padella. In questo caso avremo bisogno di un po’ di tempo per ottenerlo, ma il risultato è assicurato. Possiamo utilizzare la mela Gala, dolce e succosa e senza punte di sapore acidulo.

Quando si tratta di frutta e verdura d’altronde, possiamo sfruttare molte ricette e trucchi trasmessi dai nostri nonni. Un po’ come avviene per il metodo naturale per conservare a lungo le cipolle fuori dal frigo. Oppure proprio come per il metodo per fare il vin brulé in casa con il trucco della moka.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te