Pochi lo sanno ma se non si riesce a dimagrire il motivo potrebbe essere questo

Sono veramente poche le persone che non si sono sottoposte almeno una volta nella vita ad una dieta dimagrante. Purtroppo, nonostante l’impegno profuso e la dedizione, moltissime di queste non riescono comunque a perdere peso.

Molti pensano che alla base di questi piccoli fallimenti vi sia una mancanza di autodisciplina o di determinazione, ma la risposta potrebbe essere un’altra. Una ricerca condotta da un team internazionale ha infatti dimostrato come alcune persone siano particolarmente predisposte ad avere sempre fame.

Perché è difficile perdere peso

Riuscire a seguire una dieta, soprattutto quando rigorosa, non è sempre facile. Eppure esistono delle persone che proprio non riescono in questo compito, lamentando un continuo e prolungato senso di fame.

Una ricerca condotta da varie e prestigiose università internazionali potrebbe aver svelato il motivo che sta dietro questo fenomeno. Infatti, pochi lo sanno ma se non si riesce a dimagrire il motivo potrebbe essere questo.

Una ricerca ha infatti dimostrato come certe persone siano naturalmente predisposte a provare un maggiore senso di fame rispetto ad altre. Analizzando i dati riguardanti il livello di zuccheri presenti nel sangue dopo i pasti di 1.070 individui, i ricercatori hanno infatti fatto un’importante scoperta.

Pochi lo sanno ma se non si riesce a dimagrire il motivo potrebbe essere questo

Normalmente una persona esperisce un’impennata e conseguente calo nei livelli di zucchero del sangue fino a due ore dopo aver consumato un pasto. Questa ricerca ha però dimostrato che alcune persone soffrono di cali di zucchero successivi, che possono, cioè, manifestarsi fino a 2-4 ore dopo il primo picco.

Le persone interessate da questo fenomeno proverebbero il 9% di fame in più e aspetterebbero mezz’ora in meno prima di mangiare il pasto successivo. Come conseguenza questi soggetti assumerebbero fino a 312 calorie in più al giorno, dato che potrebbe portare ad un aumento di peso di 9 kg all’anno.

Approfondimento

Pochi lo sanno ma consumare questo alimento potrebbe determinare una intossicazione potenzialmente mortale

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te