Pochi lo sanno ma questo borgo italiano rappresenta nel dizionario uno stile di vita elegante e al tempo stesso armonioso

Forse non ne siamo a conoscenza, ma i dizionari si arricchiscono di anno in anno di nuovi termini che fino a pochi anni prima non esistevano. Questi diventano parte della lingua e del modo di pensare in considerazione dell’evoluzione della società. Oppure di una rinnovata concezione che la società applica per un determinato periodo storico o stile di vita.

Ed è proprio quest’ultimo caso quello che riguarda un borgo italiano, che è diventato parte, come neologismo, dei dizionari di lingua italiana. Questo è stato merito, evidentemente, di una concezione particolare che si è sviluppata in questo posto.

Pochi lo sanno ma questo borgo italiano rappresenta nel dizionario uno stile di vita elegante e al tempo stesso armonioso

La parola cui facciamo riferimento è il sostantivo “bevagnizzazione” , ed è ufficialmente indicato come neologismo dal vocabolario Treccani dal 2008. Il termine evoca, nelle parole del Professor Giuseppe de Rita, un senso di attaccamento alle proprie origini. Ma non solo, perché a questo si unirebbe poi una caratteristica che ci piace pensare essere molto italiana. Si tratta di un “vivere tranquillo” permeato da una eleganza nei modi, una armonia con l’ambiente circostante ed una genuinità nel rapporto con il passato e le sue tradizioni. Esprimere tutti questi concetti insieme non sarebbe facile, per questo si è scelto di utilizzare come riferimento il nome di un borgo che sarebbe in grado di sintetizzarli appieno. Ovvero di Bevagna, una graziosa cittadina in provincia di Perugia, in Umbria.

La vita nel paese

Pochi lo sanno, ma questo borgo italiano rappresenta nel dizionario uno stile di vita elegante e al tempo stesso armonioso. A Bevagna l’impianto urbano evidentemente medioevale, si unisce in una cornice naturale di primo rilievo. Si tratta della vallata Umbra, circondata da olivi e vigneti ed attraversata da molti corsi d’acqua che discendono dagli Appennini. La cittadina è a misura d’uomo, l’ingresso al centro è quasi esclusivamente riservato ai pedoni. In molti tuttalpiù si spostano in bicicletta. In città ci sono tante botteghe e negozi d’arte e ristoranti.

Un luogo, dunque, che comunica ricerca del benessere intellettuale e fisico. Come se non bastasse nel mese di giugno si svolge il Mercato delle Gaite, una Festa Medievale di rievocazione storica. La città ritorna esteticamente e sentimentalmente al Medioevo, riscoprendo una dimensione armoniosa del passato.

A rimanere affascinato da questa celebrazione è stato anche il fotografo statunitense Steve McCurry, che pochi anni fa dedicò una notevole parte della propria mostra “Sensational Umbria” proprio ai volti ed agli abiti della città di Bevagna.

Speriamo allora che la bevagnizzazione della vita possa contagiare tante persone e luoghi. Anche perché è dimostrato che uno stile di vita gioioso in un ambiente sano è in grado di migliorare la vita.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te