Pochi lo sanno ma ecco cosa rischiamo se beviamo acqua dal rubinetto senza verificare se sia dura o dolce

Sempre più persone si interrogano sui vantaggi dell’acqua del rubinetto rispetto all’acqua in bottiglia. Questo è determinato soprattutto dalla crescente consapevolezza dell’impatto ambientale delle bottiglie di plastica.  I test del gusto alla cieca rilevano costantemente che la maggior parte delle persone non è in grado di distinguere tra acqua del rubinetto e acqua in bottiglia. Il gusto, quindi, non è determinante nella scelta. Ma anche se l’acqua del rubinetto avesse un sapore non gradevole come l’acqua in bottiglia, ciò non significa che l’acqua del rubinetto sia di scarsa qualità. Potrebbe essere semplicemente dovuto alla durezza dell’acqua. Pochi lo sanno ma ecco cosa rischiamo se beviamo acqua dal rubinetto senza verificare se sia dura o dolce.

Da cosa riconosciamo l’acqua dura

Se vediamo piccolissimi fiocchi bianchi galleggiare nell’acqua del rubinetto, potremmo pensare di non berla. In realtà i frammenti bianchi indicano semplicemente che l’acqua del rubinetto è dura. Acqua dura significa ricca di nutrienti, come magnesio e calcio, fondamentali per il nostro organismo. Quindi questa è una cosa positiva, tenendo conto che l’acqua potabile fornisce dal 5 al 20% del fabbisogno di calcio e magnesio giornaliero (a seconda della sua durezza).

Pochi lo sanno ma ecco cosa rischiamo se beviamo acqua dal rubinetto senza verificare se sia dura o dolce

Il sapore dell’acqua dura è intenso. Molte persone lo trovano piacevole, altre disgustoso. Inoltre, a causa dell’elevata concentrazione di nutrienti e minerali nell’acqua, è più probabile che si formino accumuli nei tubi e nei rubinetti. Può inoltre seccare, in caso di docce frequenti, i capelli e la pelle. Infine l’eccessiva durezza dell’acqua richiede l’uso di una maggiore quantità di sapone per ottenere l’effetto pulente desiderato.

In caso di acqua dolce

L’acqua dolce potrebbe sembrare più buona al palato, ma impoverisce l’apporto di minerali preziosi per il nostro corpo. L’apporto ridotto però di calcio e magnesio aiuta a prevenire la formazione di calcoli renali come abbiamo già visto in questo articolo. L’acqua dolce, inoltre, protegge maggiormente gli elettrodomestici come lavatrice e caldaia.

Un consiglio. Il gusto dell’acqua dura potrebbe migliorare utilizzando un filtro. Per proteggere la lavatrice o la caldaia, invece, si potrebbe valutare un sistema di addolcimento dedicato.

Consigliati per te