Pochi lo comprano per il suo buffo aspetto ma questo pesce contiene pochi grassi ed è squisito con gli gnocchi

L’apparenza può ingannare anche quando si tratta di cibo. Quante volte sarà capitato di mangiare piatti non bellissimi ma estremamente gustosi. Però quando si tratta di pesce l’aspetto può essere davvero ingannevole.

Basti pensare al capitone che nonostante l’aspetto di una specie di serpente è davvero squisito. Stessa cosa accade con questo pesce che ha la reputazione di essere il più brutto tra tutti. Tant’è che se si vuole offendere qualcuno si usa proprio il suo nome.

Pochi lo comprano per il suo buffo aspetto ma questo pesce contiene pochi grassi ed è squisito con gli gnocchi

Stiamo parlando dello scorfano precisamente quello rosso, un pesce d’acqua salata. Quando lo si vede sul banco del pesce sembra proprio un animaletto strano, quasi alieno. In realtà la polpa di scorfano è altamente pregiata e molto ricercata dai palati più fini.

Ricco di proteine ha uno scarso apporto di calorie, quindi adatto alle diete ipocaloriche. Le sue carni sembrano essere molto salutari anche perché ricche di minerali come potassio, calcio e magnesio. Contiene pochi grassi ma buoni come gli omega 3 che potrebbero ridurre i livelli di trigliceridi e colesterolo nel sangue.

Questo pesce si presta bene alla preparazione di zuppe e primi piatti. Oggi suggeriamo di abbinarlo a degli gnocchi di ceci fatti in casa.

Ingredienti per 2 persone

  • 200 gr di ceci precotti;
  • 50 gr di farina 00;
  • 30 ml di olio EVO;
  • 120 gr di filetto di scorfano;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • 100 gr di pomodorini;
  • prezzemolo;
  • olio EVO;
  • sale e pepe q.b.

Procedimento per gli gnocchi:

  • Frulliamo i ceci ben scolati con i 30 ml di olio EVO. Trasferiamo la crema di ceci in una ciotola e aggiungiamo un pizzico di sale e la farina. Iniziamo a mescolare e poi trasferiamolo su una spianatoia;
  • Impastiamo finché il composto non sarà liscio e creiamo un panetto. Dopodiché stendiamolo formando un quadrato di qualche centimetro di altezza. Tagliamo tante strisce di qualche centimetro di larghezza e arrotoliamo ogni striscia. Dovremo formare tanti filoncini che poi taglieremo a tocchetti per creare gli gnocchi;
  • Pensiamo al sugo versando in padella un po’ di olio EVO, lo spicchio d’aglio e un paio di gambi di prezzemolo. Facciamo rosolare prima di aggiungere il filetto di scorfano tagliato a cubetti. Mettiamo poi i pomodorini tagliati a metà e lasciamo cuocere, aggiustando di sale e pepe;
  • Cuociamo gli gnocchi in abbondante acqua salata e scoliamoli appena tornano a galla. Mettiamo gli gnocchi nella padella con il sughetto e mantechiamo finché il sugo non si sarà addensato. Togliamo l’aglio e i gambi di prezzemolo e finiamo con il resto del prezzemolo tritato.

Quindi, pochi lo comprano per il suo buffo aspetto ma questo pesce contiene pochi grassi ed è squisito con gli gnocchi. Questa ricetta è tanto semplice quanto gustosa e va bene anche per pranzi più importanti. Magari abbinata a degli squisiti calamari al forno.

Approfondimento

Gnocchi con salsiccia, noci e stracchino stellati con questi segreti da chef per renderli cremosi come al ristorante

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te